CARPENTIERI: “VOTARMI SIGNIFICA SAPERE DI POTER CONTARE SU UN’AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE, SERIA E COMPETENTE”

CARPENTIERI: “VOTARMI SIGNIFICA SAPERE DI POTER CONTARE SU UN’AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE, SERIA E COMPETENTE”

Melito. Venanzio Carpentieri, nato a Napoli, classe ’76. Sposato e con due figli, è avvocato, nonché consulente giuridico per entri pubblici e privati. Entra ufficialmente in politica nel 1999 come consigliere comunale a Melito di Napoli nel PPI. Nel 2003 di nuovo in consiglio come capogruppo della “Margherita”. Nel 2008 lancia la sua prima candidatura a Sindaco. Ma è solo nel maggio del 2011 che diventa primo cittadino di Melito con un voto plebiscitario di 10mila voti. Un ampio consenso elettorale che non basta a tenere unita la sua maggioranza: verrà infatti sfiduciato nel febbraio del 2013. Ora si ricandida alla guida del centrosinistra per ritentare l’esperienza di governo.


 

1) Già sindaco della città di Melito, con un percorso interrotto prima della fine del mandato. Perché si ripresenta alle elezioni?

«Mi ripresento come candidato sindaco di Melito, innanzitutto, per non abbassare  la testa nei confronti di chi ha cercat

o e poi è riuscito, a far cadere l’amministrazione con metodi antidemocratici. Faccio riferimento ai vari episodi che noi abbiamo denunciato in diverse sedi, relativi al condizionamento dei Consigli per farmi dimettere.Mi candido, inoltre, per completare un percorso amministrativo che avevamo avviato e che stava iniziando a dare i suoi frutti, soprattutto nei settori più delicati del apparato amministrativo e in quelli più sentiti dall’opinione pubblica. ».

2) In caso di vittoria, quali sono i tre principali provvedimenti che addottorerà nei primi cento giorni di consiliatura?

«Uno dei primi temi sarà sicuramente la revisione della spesa corrente, perché con gli ultimi tagli imposti dagli Enti locali dal Governo nazionale, sarà necessario razionalizzare l’uso delle risorse, soprattutto, per garantire le prestazioni in settori delicati come quello delle politiche sociali. In secondo luogo, con la riapertura di via Casamartino, nella quale sono finalmente iniziati i lavori di ripristino dell’asse stradale, procederemo alle modifiche del Piano traffico. In ultimo daremo impulso alle procedure di gara che riguardano i servizi del settore ambiente e della ristrutturazione della piscina comunale, che con il nostro impegno siamo riusciti a portare avanti, scongiurando la revoca del finanziamento regionale che era stato concesso nel lontano 2008 . Per quanto riguarda il settore ambiente, vorrei ricordare ai cittadini che, un mese prima della caduta dell’amministrazione, avevamo trovato un nuovo piano industriale, che prevede un nuovo affidamento quinquennale del servizio dei rifiuti e l’ispezionamento del porta a porta in tutto il territorio melitese».

4) Perché i melitesi dovrebbero votare lei rispetto agli altri candidati?

«I nostri concittadini hanno potuto verificare, nei 19 mesi in cui siamo stati al governo della città, che siamo una classe dirigente seria e competente. Abbiamo fatto della difesa e della legalità una caratterizzante della propria azione e ci siamo impegnati con fatti concreti e non con parole. Votare Carpentieri significa sapere di poter contare su un’amministrazione trasparente, seria e competente».