Giugliano, 20enne si suicida al cimitero

Giugliano, 20enne si suicida al cimitero

 

Giugliano. Si toglie la vita a soli venti anni. Si tratta di Nicola Della Corte, un giovane giuglianese, che da poco aveva terminato gli studi ed era in cerca di lavoro. Il suo corpo è stato ritrovato questa mattina alle 6,40 dai dipendenti della nuova area del cimitero di Via Verdi. Una corda stretta ad un albero, una panchina leggermente spostata e il suo cellulare ai margini del marciapiede.

@Armando Di Nardo

 

Gli operai del camposanto, appena visto il cadavere hanno allertato i carabinieri che alle 8 erano già sul posto. Le indagini sono dirette dal Capitano Francesco Piroddi che ha disposto l’autopsia, per ricercare i motivi che hanno spinto il ragazzo al gesto inconsulto. Secondo alcune testimonianze pare che il padre di Nicola lavorasse fuori e che da anni avesse perso sua madre.

Secondo alcuni sembra che a prendersi cura del giovane ci fossero i suoi zii e che con loro trascorresse la sua quotidianità. Paura, sconforto e rabbia i sentimenti di chi ha trovato il corpo di Nicola all’interno del cimitero. “Non abbiamo capito come abbia fatto a scavalcare e a pensare di fare una cosa del genere” – dice uno dei dipendenti che aperto stamattina il cancello del camposanto. “Penso che il fatto sia accaduto intorno alle 5, perché le sue braccia non avevano più il naturale colore della pelle” – dice un venditore ambulante.

Secondo alcuni probabilmente il giovane non avrebbe usato alcun tipo di mezzo per arrivare al cimitero. Non uno scooter, non una macchina di appartenenza al giovane o alla sua famiglia.

Scossi i ragazzi che si trovavano al camposanto e amareggiate alcune mamme che erano lì per onorare i propri defunti. Una donna in lacrime dice: “Sarebbe potuto essere mio figlio, non capisco cosa succeda nella mente dei giovani per portarli a togliersi la vita”.

Un fascio di fiori lasciato accanto alla panchina da un passante, sono per Nicola. I funerali si terranno dopo l’autopsia.