LUCREZIA D’ONOFRIO, M5S: “SONO LA DIFFERENZA. CHI VOTA ME, PARTECIPA ALLA VOLONTÀ DI METTERE IN PRATICA IL CAMBIAMENTO”

LUCREZIA D’ONOFRIO, M5S: “SONO LA DIFFERENZA. CHI VOTA ME, PARTECIPA ALLA VOLONTÀ DI METTERE IN PRATICA IL CAMBIAMENTO”

Melito. Lucrezia d’Onofrio nasce a Napoli il 27 marzo del 1987. Specializzata in Scienze delle attività motorie preventive e adattive presso l’Istituto Universitario di Scienze Motorie. Nel 2007 si avvicina al Movimento 5 Stelle, partecipando al primo V-Day.

1) È molto giovane, nonché alla prima esperienza politica. Si presenta come candidata di un movimento non partitico, si sente pronta a guidare la città di Melito?

@Armando Di Nardo

 

«La questione non è sentirsi pronti. Non si può essere pronti a guidare un territorio difficile come Melito. sicuramente sento il dovere da giovane cittadina di riuscire a cambiare le cose. Non solo per me, ma per i miei concittadini, per le nuove generazioni che nasceranno e per quelli che saranno i miei figli».

2) In caso di vittoria, quali sono i tre principali provvedimenti che addottorerà nei primi cento giorni di consiliatura?

«Nei primi cento giorni il nostro compito sarà quello di riuscire a portare al termine i provvedimenti sospesi delle precedenti amministrazioni. Come secondo obiettivo intendiamo mettere in atto tutti i provvedimenti necessari, che mirano a valorizzare il nostro territorio, partendo dalla raccolta differenziata alla localizzazione di aree di verde pubblico. Inoltre, vogliamo intervenire riprendendo i punti salienti del nostro programma, per la realizzazione del wi-fi libera e per l’instaurazione della cosiddetta “area a burocrazia zero”, dove le procedure per avviare un’attività saranno decisamente più scorrevoli».

3) Perché i melitesi dovrebbero votare lei rispetto agli altri candidati?

 «Io sono e farò la differenza. Chi vota Lucrezia D’Onofrio partecipa alla volontà di mettere in pratica il cambiamento. Come Movimento 5 Stelle puntiamo ad una rigenerazione della vecchia classe politica. Non ci chiuderemo in un sistema istituzionale oramai superato. La nostra presenza alle amministrative è una possibilità diversa dalle altre. Ci riprenderemo la nostra libertà di prendere delle decisioni importanti riguardo il territorio melitese. Puntiamo, soprattutto, a raccogliere le idee e le proposte che verranno dall’intera cittadinanza, scegliendo con loro quali siano le soluzioni e le decisioni finali da adottare».