MARANO TORNA AL VOTO. E’ SFIDA TRA LICCARDO E BERTINI

MARANO TORNA AL VOTO. E’ SFIDA TRA LICCARDO E BERTINI

Marano. «Siamo soddisfatti del  risultato che ci vede doppiare i nostri avversari – dice Angelo Liccardo, Pdl – Abbiamo raggiunto il 49,6% dei consensi. Esorto i cittadini di Marano al turno di ballottaggio a scegliere il cambiamento, il rinnovamento. Adesso la sfida non è tra me e Bertini, ma tra me e il Commissario. Se vince Bertini non può governare, perché non ha la maggioranza in Consiglio».


 

«Per come è andata l’affluenza di presenza degli elettori alle urne, che ha fatto mancare quasi quattromila voti al risultato finale, credo che alla fine sia andata bene – dichiara Mauro Bertini, L’Altra Marano, Prc, Città in Movimento – Siamo al ballottaggio contro una corazzata attrezzatissima e organizzata che ha prodotto i voti previsti, indipendentemente dalla contrazione del nostro libero elettorato. Per cui la ridotta partecipazione dei cittadini ai seggi ha influito sull’esito finale. Il ballottaggio prevede uno scenario diverso, meno confuso, perché c’è da scegliere fra un’ipotesi di città libera da padroni e padrini o di città che sta sotto i padroni e i padrini».

 

Al Comune di Marano si tornerà al voto. Ballottaggio tra Angelo Liccardo, del centrodestra e Mauro Bertini, per la coalizione de L’Altra Marano. È stato lento lo scrutinio nelle 50 sezioni della città di Marano, che ha contato il 61,34% dei votanti.

Un testa a testa iniziale tra i due aspiranti alla fascia tricolore durante la prima fase di spoglio delle schede. Nel tardo pomeriggio passa in vantaggio Liccardo, che durante l’apertura delle schede si  era stabilizzato intorno al 45%. Dopo la mezzanotte, infatti, totalizza il 49,67% delle preferenze. Con 4757 consensi, il Pdl si conferma come la lista più votata, pari al 18,05% delle schede valide. 

28,03% sono, invece, consensi per Mauro Bertini. Mentre si allontana dai primi due posti il candidato del centrosinistra, Michele Palladino, che chiude la sua corsa verso la poltrona di sindaco con il 22,28% dei voti.