Aspettando il San Paolo, la Champions arriva a Marano

Aspettando il San Paolo, la Champions arriva a Marano

MARANO – Si è tenuto ieri presso Palazzo San Giacomo, l’atteso incontro per la questione stadio San Paolo tra il sindaco il sindaco di Napoli, De Magistris e il Presidente del Napoli, De Laurentiis.


I lavori di ammodernamento richiesti dall’UEFA per la struttura sportiva di Fuorigrotta sono in ritardo. Qualora non fossero completati entro i termini stabiliti, il Napoli sarebbe costretto ad esiliare in altri stadi per disputare la prossima Champions League.

Trapela, però, un certo ottimismo tra le parti. “Sono fiducioso per l’agibilità del San Paolo” – ha dichiarato De Magistris durante la diretta radiofonica a Radio Kiss Kiss. “Ho motivi di ritenere che non c’è il rischio di andare a giocare fuori Napoli” – ha concluso il sindaco.

Intanto sarà lo Stadio “Salvatore Nuvoletta” di Marano l’impianto di supporto del Napoli per la prossima Champions League. L’accordo è stato raggiunto nei giorni scorsi tra la SSC Napoli e il Comune di Corso Umberto. Ora si attende il via libera dell’UEFA che avverrà dopo che la commissione preposta avrà effettuato il sopralluogo alla struttura.

Il campo sportivo maranese non è una novità per il Napoli. La squadra di De Laurentiis quando militava in serie C prima, ed in B poi, disputava l’allenamento del giovedì a porte aperte nello stadio comunale.

Ora lo stadio di Marano, in caso di indisponibilità del San Paolo, ospiterà gli allenamenti di rifinitura delle compagini europee che affronteranno il Napoli nella prossima Champions League.