IL PD DI GIUGLIANO LANCIA CINQUE PROPOSTE AI COMMISSARI. RUSSO, “ABBIAMO BISOGNO DI SPERANZE POSITIVE”

IL PD DI GIUGLIANO LANCIA CINQUE PROPOSTE AI COMMISSARI. RUSSO, “ABBIAMO BISOGNO DI SPERANZE POSITIVE”

Giugliano. Torna in campo il Partito Democratico di Giugliano e lo fa con cinque proposte ai commissari, nel documento redatto durante l’assemblea degli iscritti intitolata “ci hanno tolto anche il voto” si portano avanti i temi della partecipazione, lavoro, aggregazione, salute e si esprime la volontà dei democratici di collaborare con la nuova commissione straordinaria. 


Si chiede di attivare subito il forum dei giovani e di aderire alla piattaforma openGiugliano per avere tutti i dati del comune in piena trasparenza; di approvare il regolamento no taxzone per il centro storico per far sorgere nuove attività con finanziamenti agevolati, di assegnare i terreni sequestrati alla camorra ai giovani che vogliono fare imprese, di lottare per avere Giugliano nel distretto turistico flegreo e di aiutare gli imprenditori che vogliono investire sul litorale. 

Occhi puntati sulla vicenda centro anziani oggi chiuso che dal PD vorrebero trasferito nei beni Rea di via Alighieri, di aprire i giardini del primo circolo ai bambini, completare l’area giochi della villa comunale e di piazza del l’acquario, di riattivare subito le procedure per aprire il cinema moderno.

Secondo gli iscritti al partito sono necessarie ordinanze più restrittive contro i roghi tossici, chiudere ai soli residenti le strade poderali dove si sversano i rifiuti, permettere ai proprietari terrieri di recintare gli appezzamenti con muretti sino ad un metro. Attivare le telecamere e fare davvero le multe. 

Poi un chiaro messaggio ai Commissari, pronti a collaborare in forma volontaria per far partire la differenziata porta a porta e la bonifica, per discutere di un Puc che tuteli i cittadini e non gli speculatori, per promuovere campagne di educazione civica.

Ed infine una stoccata alla passata amministrazione: tutte queste proposte le avevamo formulate quando Pianese amministrava ma o non sono state prese in considerazione o sono state fatte fallire. Sono tutte proposte con costi bassissimi

Forti anche le dichiarazioni del Segretario del Partito Giovanni F. Russo: “Per cambiare, o meglio per iniziare a farlo, bastano dei segnali positivi. Siamo allo sbandò più totale. Abbiamo bisogno di speranze. Non è più una questione politica. È in gioco la nostra vita e quella della nostra amata città. Queste proposte sono tutte fattibili, con costi bassi per l’ente e molte sono state presentate quando eravamo all’opposizione ma purtroppo non sono state portate avanti dalla maggioranza. Chiederemo ai commissari di farlo. Chiederemo loro di riuscire dove la politica ha fallito. Diremo loro che siamo disponibili a collaborare come volontari. Faremo capire che noi non c’entriamo niente con la camorra e che anzi saremo noi a controllare il loro operato per il bene della città. La nostra città. La città dei cittadini. Questi 18 mesi possono essere la fine o l’inizio. Ancora una volta dipende tutto da noi. Se ci rinchiudiamo nelle nostre cose e case vincerà la paura e il malessere. Se uniti chiederemo quanto ci spetta con lo Stato al Governo della città potremmo ottenere ciò che non abbiamo mai avuto”.

COMUNICATO STAMPA