LA PREVENZIONE: VERA CURA PER IL TUMORE AL SENO

LA PREVENZIONE: VERA CURA PER IL TUMORE AL SENO

Ebbene sì, ormai lo sanno tutti che prevenire è meglio che curare. Il discorso vale anche per il tumore al seno, che se preso in tempo diventa più facile combatterlo e vincerlo. E soprattutto è importante vincere “la paura” della prevenzione, che a volte blocca le donne che non vanno a sostenere gli esami previsti.

@Armando Di Nardo

Molteplici sono le iniziative, le associazioni e gli incontri con gli esperti che ogni anno informano le donne come fare ad avere una buona conoscenza nel campo della prevenzione e non solo aiutano anche ad affrontare aspetti psicologici che talvolta possono condurre ad una non richiesta di aiuto da parte delle stesse. Ed è bene ricordare l’Associazione Onlus Aid Item di Marano, l’A.S. L Napoli 1 Centro nonché l’Istituto nazionale tumori IRCCS fondazione Pascale di Napoli.

Ma veniamo ai dati. Il tumore del seno è il più frequente nel sesso femminile. Grazie però ai continui progressi della medicina e agli screening per la diagnosi precoce, oggi si muore meno rispetto che in passato. Tra l’altro, grazie alla sanità pubblica, lo screening e i controlli sono gratuiti o al massimo soggetti al pagamento di un ticket.

I fattori di rischio sono molteplici ( alimentazione, vita sedentaria, l’età e ancora l’eredità). Quello che assume maggiore incidenza è il fattore ereditario, cioè presenza nel DNA di alcune mutazioni genetiche. Così come è capitato alla nota attrice Angelina Jolie, che si è fatta asportare i seni per prevenire il rischio di contrarre lo stesso tumore che aveva colpito la madre nonché la zia. E da qui sembra esser scoppiato “l’effetto Jolie” , anche perché trova una popolazione impaurita e poco informata in fatto di prevenzione e che la stessa non può essere passibile di commenti, giudizi e insinuazioni vista la delicatezza di un dolore che resta relegato nella sfera più intima dell’essere donna.

E come scrive in una lettera la stessa Jolie:”La vita ci pone davanti a tante sfide non dobbiamo temere quelle che possiamo prevenire”.