Montata una piscina abusiva in pieno centro

Montata una piscina abusiva in pieno centro

GIUGLIANO – E’ giugno, si sa. Fa caldo. Nella mente di un gruppo di giuglianesi nasce l’idea di combattere la canicola estiva montando una piscina, riempirla d’acqua e collocarla al centro di Piazza Matteotti. Non una macchietta, non uno sketch televisivo, bensì una scena di vita reale accaduta ieri pomeriggio nel pieno centro giuglianese dinnanzi alla Chiesa di Santa Sofia.

@Armando Di Nardo

Ragazzi a passeggio, auto in preda al traffico, monotonia di mezza estate. A rompere gli schemi è un gruppo di residenti del posto che, con una pompa attaccata alla fontana comunale, riempiono la piscina montabile.

I fantasiosi autori dell’iniziativa si sono difesi dichiarando di non aver voluto commettere alcun atto vandalico, ma solo una provocazione per dimostrare che a Giugliano è forte la mancanza di infrastrutture: “Non devono essere solo i ricchi a poter andare in piscina”, hanno dichiarato. Quindi come soluzione perché non invitare chiunque a fare un bagno in piazza? Un simpatico escomotage per attirare l’attenzione, un modo per far parlare di sé, un atto di ribellione contro il caldo e un paese che non può offrire risorse?

Di fatto, alle venti circa, la fantomatica piscina, protagonista di chiacchiericci e tam-tam sulla rete, è stata smontata e sequestrata dalla Polizia Municipale. Nota di colore: non sono mancate grida e proteste contro le Forze dell’Ordine da parte di molti giovani entusiasmati dall’idea di ritrovarsi una piscina in mezzo alla città.