Mugnano, la piccola Clara in coma farmacologico

Mugnano, la piccola Clara in coma farmacologico

MUGNANO – Restano stabili, anche se gravi, le condizioni di Clara, la bimba di tre anni precipitata ieri dal primo piano di una palazzina di Mugnano e ricoverata d’urgenza all’ospedale Santobono. Fratture multiple, trauma cranico e al torace le conseguenze fisiche di quel tragico volo di quattro metri che l’ha ridotta in fin di vita.

@Armando Di Nardo

Ancora sconosciute le ragioni dell’incidente. La pista del fratellino disabile di sette anni resta la più accreditata. Forse un gioco pericoloso, un azzardo, una spinta di troppo data alla sorella più piccola sul bordo del balcone. Tanto quanto basta per farle rischiare la vita.

Clara non era a casa sua, ma nell’abitazione della nonna. Il teatro della tragedia sono state le palazzine popolari di via Ada Negri. Secondo la prima ricostruzione, a lanciare l’allarme sono stati i vicini. Dopo l’impatto, le condizioni di Clara sono apparse subito gravissime. Immediato l’intervento dell’autoambulanza.

Attualmente la bimba è tenuta in coma farmacologico nel reparto di rianimazione del Santobono. Questo il quadro clinico. Restano nell’ombra tanti altri aspetti della vicenda. Perché una bimba di tre anni è stata lasciata sola in compagnia di un fratello autistico? Perché le richieste della mamma al Comune di ricevere assistenza speciale per quel figlio disabile sono rimaste inascoltate? Cosa si poteva fare per evitare la tragedia? La Procura ha aperto indagini a carico dei familiari più stretti? Interrogativi ancora senza risposte. Per ora la notizia più attesa è quella di sapere Clara sana e salva nel suo lettino d’ospedale.