Operazione “Bad Brothers”, indagato anche un bimbo di nove anni

Operazione “Bad Brothers”, indagato anche un bimbo di nove anni

GIUGLIANO – Incredibile ma vero: fra gli indagati dell’ultima operazione “Bad Brothers”, con cui la magistratura ha messo sotto chiave beni mobili e immobili riconducibili al Clan Mallardo per un valore di 65 milioni di euro, risulta anche un bambino di nove anni. Si tratterebbe di Giuliano Dell’Aquila, figlio di Domenico, uno dei fratelli da cui prende il nome l’operazione stessa.

@Armando Di Nardo

A quanto pare, secondo le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Salvatore Izzo, da cui sono partite le indagini, durante i summit organizzati dai fratelli Dell’Aquila sarebbero stati presenti anche minori. Non solo Domenico, figlio di Giuliano, ma anche altri familiari. Tutti soggetti che all’epoca dei fatti non sarebbero imputabili penalmente in quanto di età inferiore ai 14 anni, ma che risultano sottoposti ad indagini preliminari. In attesa di ulteriori aggiornamenti, resta da capire se sia legittima la loro iscrizione nel registro degli indagati, visto che l’art. 97 del Codice Penale esclude l’imputabilità dei minori di anni 14.