POZZUOLI, CHIUSO IL PARCO DELL’AMORE

POZZUOLI, CHIUSO IL PARCO DELL’AMORE

Pozzuoli. Torna a far discutere il caso de “La Parada de l’Amor”, il Love Parking ideato da due fratelli giuglianesi, terzo parco di questo genere in Italia. Il Comune di Pozzuoli ne decreta la chiusura.


«Offriamo sicurezza – dichiarava uno dei fratelli Casaletta nel giorno dell’inaugurazione – Ci pensavamo da anni dopo aver assistito alla rapina subita da una coppia che si era appartata in auto».

Purtroppo il loro sogno imprenditoriale è finito sul nascere. L’atto di chiusura è arrivato attraverso un’ordinanza firmata dal segretario generale del Comune di Pozzuoli, Matteo Sperandeo. Alla base della decisione ci sarebbe la mancanza di alcuni documenti riguardanti l’aspetto urbanistico. Nella fattispecie, non sarebbe stato richiesto il cambio di destinazione d’uso del terreno, da area agricola a commerciale. Il responsabile regionale dei “Verdi Ecologisti”, Francesco Emilio Borrelli, sostiene che la chiusura sia stata sancita per volontà del vescovo e del sindaco. 

«Parliamo di strutture removibili che non creano danni. Il Comune e la curia non si sono mai opposti agli abusi edilizi e agli obbrobri che sono stati fatti nei Campi Flegrei negli ultimi anni – dichiara Borrelli – la Chiesa è arrivata addirittura a definire il Parco dell’Amore “una discarica di immoralità”. Abbiamo deciso di convocare una manifestazione pubblica sabato prossimo, la faremo all’interno della struttura».

Tra le polemiche dell’inaugurazione e quelle della chiusura, si attende ora l’esito della manifestazione.