Schiaffo a Giugliano: il tribunale di Napoli Nord ad Aversa

Schiaffo a Giugliano: il tribunale di Napoli Nord ad Aversa

GIUGLIANO – Il ministro di Grazia e Giustizia Annamaria Cancellieri ha ufficializzato la notizia che circolava da qualche giorno ma che ai più appariva inverosimile: il Tribunale di Napoli Nord, nato dal fantasma del Tribunale di Giugliano, non sorgerà più nella terza città della Campania, né tantomeno a Marano. Ma ad Aversa, come proposto dal Sindaco della cittadina Giuseppe Sagliocco.

@Armando Di Nardo

 Individuata la struttura nel Castello Aragonese, che attualmente ospita la sede della scuola di Polizia Penitenziaria e necessita pertanto di opere di adeguamento per la nuova destinazione. Verosimilmente tali lavori non verranno ultimati entro il 16 settembre, quando è prevista la chiusura delle sezioni distaccate che verranno inglobate, con possibile conseguente proroga di tale termine.

Partiamo dagli albori: nel lontano 1999 veniva istituito il Tribunale ordinario di Giugliano, Tribunale metropolitano e indipendente rispetto alla sede di Napoli, con annessa Procura della Repubblica e addirittura con una sede distaccata a Marano. Un’occasione di rilancio per Giugliano che sarebbe diventata il fulcro della Giustizia dell’intera provincia nord di Napoli. Fu persino individuata l’ubicazione nel Parco Rea, ma le amministrazioni susseguitesi negli anni non hanno fatto alcun passo verso la realizzazione dell’ufficio giudiziario e così la sezione di Marano, temporaneamente divenuta sezione distaccata di Napoli, diveniva, con le conseguenti difficoltà, l’unico presidio di legalità dell’area.

A distanza di 13 anni, il D.Lgs. 155/12, nel riordino degli uffici giudiziari disponeva, tra l’altro, la chiusura delle sezioni distaccate di Marano, Casoria, Frattamaggiore, Afragola ed Aversa, tutte inglobate dal Tribunale di Giugliano, che veniva rinominato Tribunale di Napoli Nord. Il legislatore tuttavia sembrava aver dimenticato che il Tribunale di Giugliano nella realtà non era mai stato realizzato con lo spettro, dunque, di un paradossale vuoto di Giustizia. Da lì una corsa contro il tempo e lo scontro, fra i comuni dell’area per aggiudicarsi l’ubicazione dell’ufficio, che ha visto la cittadina della provincia casertana primeggiare sull’altra principale contendente, Marano, aggiudicandosi quell’ufficio che consentirà un ulteriore slancio ad un paese, quello aversano, che già oggi rappresenta la realtà più florida dell’intera area a nord di Napoli.