Cantone: “La neutralità è connivenza, ma il Decreto di scioglimento è fumoso”. Guarda l’intervista video

Cantone: “La neutralità è connivenza, ma il Decreto di scioglimento è fumoso”. Guarda l’intervista video

GIUGLIANO – Il magistrato Raffaele Cantone nel pomeriggio di ieri, è intervenuto all’evento “Legalità, Sport e Fede” organizzato al Centro Uria di Giugliano. Al termine dell’incontro ha rilasciato al nostro quotidiano importanti dichiarazioni sulla questione scioglimento del Comune di Giugliano.

@Armando Di Nardo

“Non c’era bisogno dell’indagine della commissione di inchiesta per sapere che certi personaggi della macchina comunale fossero sospetti. Giugliano ha avuto anche dal punto di vista giudiziario la riprova di certe infiltrazioni, basta vedere l’indagine che ha interessato in passato il comando dei Vigili urbani”.

“Ciò che ho letto della relazione del Ministro che accompagnava il decreto di scioglimento, è un pò fumoso – continua Cantone – sicuramente la relazione completa sarà più corposa. Poi sarà eventualmente il TAR a decidere se ci siano i presupposti dell’annullamento del decreto”.

“Dalla città per ora non è pervenuto nessun segnale di discontinuità dopo questo provvedimento. E’ l’ultima possibilità per mettere un punto e ricominciare da capo. Non bisogna essere neutrali. La neutralità è connivenza”.

“Segnali importanti sono arrivati invece dalla Chiesa. L’arrivo del nuovo vescovo, Mons. Spinillo, ha portato il mondo ecclesiastico ad una maggiore attenzione sul territorio. La Chiesa è un’agenzia educativa, e può incidere sulla comunità più di Polizia e Magistratura”.

“La politica non è la mia aspirazione, credo che ognuno debba fare il proprio mestiere, io so leggere i codici non amministrare una città”.

GUARDA LA VIDEO-INTERVISTA IN BASSO.

[iframe width=”420″ height=”300″ src=”http://www.youtube.com/embed/RXnZtl5leic” frameborder=”0″ allowfullscreen]