Forze dell’ordine al Mercato Ortofrutticolo. Abusivo il pedaggio all’ingresso

Forze dell’ordine al Mercato Ortofrutticolo. Abusivo il pedaggio all’ingresso

GIUGLIANO – Le forze dell’ordine liberano l’ingresso del MOG. Dopo il sopralluogo alla struttura mercatale tenutosi pochi giorni fa, i commissari hanno scoperto che l’accesso da parte di chiunque volesse entrare al Mercato era subordinato al pagamento di un pedaggio. All’entrata del MOG, infatti, erano presenti degli agenti di vigilanza privata, assunti dalla Co.Mer, società consortile che riunisce la maggior parte dei commissionari ortofrutticoli, i quali si occupavano della riscossione della tariffa di ingresso.

@Armando Di Nardo

Il prezzo variava a seconda del numero delle entrate e dei ruoli. Erano in funzione delle schede elettroniche ad hoc per i commissionari, per i coloni, e per i trasportatori. Per coloro che invece non utilizzavano nessuna scheda e la visita al Mercato non avveniva per fini commerciali, il corrispettivo da pagare era di 1€. Dunque tutti erano obbligati a pagare l’ingresso alla Co.Mer.

I viceprefetti Giuseppe Guetta, Fabio Giombini e il superpoliziotto Luigi Colucci, hanno scoperto che la Co.Mer non ha rinnovato dal 2009 la convenzione con il Comune. E pertanto da quattro anni non è più affidataria della gestione del Mercato Ortofrutticolo. Da qui l’intervento delle forze dell’ordine. Il presidente della società è stato diffidato.

Una delegazione del direttivo della Co.Mer è stata ricevuta questa mattina dai commissari. La società ex affidataria, sostiene che il ricavato dell’entrata a pagamento serviva a coprire le spese di pulizia e di gestione della struttura. Dopo il provvedimento adottato dai commissari chiede che il Comune ora si faccia carico e fornisca i servizi necessari al mantenimento di una struttura preposta alla commercializzazione di prodotti di prima necessità.