Calvizzano, “le storie che si curano”: l’incontro su come “raccontarsi” agli altri

Calvizzano, “le storie che si curano”: l’incontro su come “raccontarsi” agli altri

CALVIZZANO – Ieri 4 luglio, nella sala consiliare del Comune di Calvizzano si è tenuto il convegno “Le storie che si curano” , moderato dalla giornalista Angela Ariano. L’evento prende il nome dal concorso letterario organizzato dalla Società Italiana di Psicologia, Sessuologia e Criminologia insieme all’Associazione Compagni di Viaggio Onlus.

@Armando Di Nardo

Sono intervenuti la dottoressa Angela Sarracino, psicologa, psicoterapeuta e presidente della Società Italiana di PSC, che ha spiegato:” ‘Le storie che si curano’ nasce dall’analisi dell’importanza del raccontarsi, un’esperienza fondamentale per ogni essere umano, ancor di più se afflitto da una qualche patologia. Il raccontarsi – continua la dottoressa- può avvenire sia attraverso una comunicazione verbale che in forma scritta, questo ci spinge a fare delle riflessioni sia sul valore della condivisione verbale che sull’importanza della scrittura e dei suoi legami con le emozioni”.

Di seguito sono intervenuti il dottore Fabrizio Capuano, presidente dell’Associazione Compagni di Viaggio, da anni impegnata nell’umanizzazione della medicina e nel mettere il malato al centro di ogni intervento; lo psicologo e volontario della medesima associazione Andrea Cappabianca; Raffaele Sivolella, un giovane scrittore di Calvizzano, che attraverso racconti autobiografici ha scritto un libro sulla sua depressione ed un altro su un’esperienza di un gruppo psichiatrico, potendo quindi sperimentare l’importanza ed il valore della scrittura.

A chiudere la carrellata di interventi e racconti di esperienze è stata la premiazione del concorso letterario che ha visto al terzo posto “La malattia di Nina” di Gisella Albano (Eboli), al secondo “Attraverso la malattia” di Vilma Buttolo (Torino) e al primo “Oltre la paura” di Patrizia Della Marta. I vincitori hanno ritirato attestato e coppa con immensa gioia e lacrime di emozione.