SpazzaTour: Settanta parlamentari grillini in giro nella Terra Dei Fuochi

SpazzaTour: Settanta parlamentari grillini in giro nella Terra Dei Fuochi

HINTERLAND – E’ partito oggi alle dieci da Piazza Garibaldi lo “spazza tour” organizzato dal M5S. Settanta parlamentari a bordo di quattro pullman, seguiti da giornalisti e attivisti, stanno compiendo in queste ore un “tour” provocatorio attraverso la “Terra dei Fuochi”. Lo scopo è quello di risvegliare le coscienze e lanciare una mobilitazione collettiva contro gli sversamenti abusivi di tutti i generi e contro i roghi tossici che quotidianamente vengono appiccati nel silenzio delle istituzioni. Lo fanno capire chiaro e tondo i grillini in una nota stampa: «Non vogliamo altri maxi-inceneritori per bruciare tutti i rifiuti trasportati e interrati nelle nostre terre”. Segue poi una stilettata al Ministro Lorenzin, oggetto in questi giorni di accese polemiche per le sue dichiarazioni sui tumori in Campania: « Onorevole Lorenzin c’è un posto riservato anche per lei sul bus. [… ] e prenderà coscienza della tragedia ambientale e umana in cui siamo abbandonati a morire».

@Armando Di Nardo

Il “tour” prevede, fra le varie tappe, la discarica Resit e quella di Taverna del Re di Giugliano. A guidare il drappello di parlamentari a Napoli Nord sarà il deputato Salvatore Micillo, attivo da anni sul territorio con anni di esperienza alle spalle ed ora autore di una proposta di legge che equipara i reati ambientali a quelli di mafia.  “Siamo stati manganellati per anni dalla polizia che aveva il compito di tenerci alla larga – ha affermato Micillo – oggi invece si aprono i cancelli per noi parlamentari, per i giornalisti e per gli attivisti, scortati dalla stessa polizia che fino a pochi anni fa ha alzato i manganelli contro di me e contro tanti amici qui presenti».

L’iniziativa non ha mancato però di sollevare un coro di polemiche da parte dei media e di partiti politici, che hanno definito l’iniziativa “l’ennesima gita dei grillini”. Secondo Pina Picerno, parlamentare napoletana del Pd, “la lotta alla malavita si fa con atti concreti e non con strampalate iniziative mediatiche. Il tempo della propaganda è finito anche per il M5S”. Il tour si concluderà a Ponticelli, Napoli est. Poi i settanta parlamentari faranno ritorno alla stazione centrale dove si congederanno portando a termine la giornata.