Giugliano, al PalaTecfi si parla di Impresa

Giugliano, al PalaTecfi si parla di Impresa

GIUGLIANO – Non solo imprese sportive, per il Basket Club Giugliano, che infatti giovedì 27 giugno ha tenuto presso il palazzetto di via Casacelle un interessante convegno dal tema “Fare Impresa”, con l’obiettivo di illustrare ai tantissimi giovani atleti ed alle loro famiglie come la via del successo sia percorribile anche in un territorio difficile come quello giuglianese.

@Armando Di Nardo

 L’evento va a concludere un anno importante di incontri con la cultura cominciati con la presentazione del libro di Vito Faenza “l’isola dei fiori di cappero” e proseguiti con l’appuntamento con l’arma dei carabinieri rappresentata dall’ufficiale Gaetano Ragano, in cui si è riscoperta anche la figura del generale Anceschi che ebbe un ruolo determinante nella lotta alla camorra.

Gli ospiti del convegno, introdotti dal presidente del Basket Club Giugliano Andrea D’Alterio, e dal vicepresidente Antonio Basile, sono stati Floriana Borriello, direttore commerciale Auchan Giugliano e Mugnano, Antonio Guarino, titolare della Tecfi spa, azienda leader nel campo dei sistemi di fissaggio e storico sponsor della società cestistica, Tecla Magliacano, direttore Confesercenti Napoli, ed il sindaco di Villaricca Francesco Gaudieri in rappresentanza delle istituzioni locali.

I convenuti hanno parlato del proprio percorso professionale, di quanto sia fondamentale la determinazione nel superare ostacoli che ai più appaiono insormontabili, invitando i giovani a credere nei propri sogni e ad impegnarsi in ogni settore, in primis nello studio.

Floriana Borriello ha ricordato: “la meritocrazia è un fattore determinante, in Auchan; ho cominciato la mia carriera con gli stage, ci ho creduto e ho avuto la possibilità di crescere fino a ritrovarmi ora come direttore commerciale”.

Per Antonio Guarino: “in ognuno c’è un talento, trovarlo e coltivarlo spesso è difficile, ma lo sport è un ottimo sistema per aiutare i giovani ad esprimersi e a costruirsi il futuro; ecco perchè sono lieto di sponsorizzare una società sana come il Basket Club Giugliano, eccellenza della mia terra a cui sono molto legato; ho cominciato aiutando mio padre in negozio, ma ho voluto scommettere su me stesso creando un’impresa che, con mio grande orgoglio, oggi esporta i suoi prodotti in tutto il mondo”.

Tecla Magliacano si è rivolta principalmente ai tanti giovani presenti: “credete sempre nelle vostre potenzialità, nei vostri sogni; i commercianti dell’area che ho l’onore di rappresentare lottano ogni giorno per affermarsi, voi fate altrettanto sul campo di basket e nella vita”.

Il sindaco Gaudieri, infine: “questi giovani vanno riavvicinati alle istituzioni, la cultura sia il volano per una società nuova che parta proprio da queste generazioni; il nostro martoriato territorio ha esportato nel mondo le sue eccellenze, i suoi migliori cervelli, ricevendo in cambio il proliferare di una mediocrità diffusa e dilagante; è ora di invertire la rotta”.

Parole conclusive per il presidente D’Alterio, che ha ringraziato ospiti e pubblico, tracciando un doppio – positivo – bilancio: “siamo molto contenti di come è andato quest’anno, sia dal punto di vista sportivo che per i nostri incontri con la cultura; abbiamo vinto tante partite, ottenuto ottimi risultati come le final four raggiunte dai ragazzi dell’under 14 e dell’under 15 (premiati per l’occasione dalla società con medaglie e diplomi), e come i tanti buoni piazzamenti nelle altre categorie, ma soprattutto abbiamo dimostrato un bel gioco, una valida organizzazione grazie allo staff tecnico guidato dal responsabile Pietro Spaccaforno, e tanta correttezza dentro e fuori dal campo; nel contempo, abbiamo coinvolto i ragazzi in interessanti incontri con la cultura, perchè crediamo fermamente che attraverso essa si possa aprire la mente dei giovani, indirizzandoli verso quel bene che spesso risulta scelta difficile ma vincente, a discapito delle vie facili che non conducono a nulla; il nostro palazzetto, fiore all’occhiello cittadino in una delle zone più difficili di Giugliano, ne è lampante esempio; ripeto ancora, il nostro obiettivo è che i nostri atleti abbiano sempre il pallone da basket in una mano, ed un libro nell’altra; riprenderemo a breve un nuovo ciclo di incontri, i ragazzi mi hanno più volte sollecitato l’invito a conoscere un personaggio illustre del nostro territorio, e non mancheremo di soddisfare questa loro aspettativa: intanto auguro buone vacanze ai nostri atleti ed alle loro famiglie, dopo la pausa estiva riprenderemo a pieno regime sia l’attività agonistica che quella culturale”.