Lavoratori SAGI, proteste nell’aula consiliare per ritardi nei pagamenti

Lavoratori SAGI, proteste nell’aula consiliare per ritardi nei pagamenti

MUGNANO – Lavoratori della SAGI Service infuriati per i mancati pagamenti. La raccolta dei rifiuti negli ultimi giorni è andata avanti singhiozzo. Gli operatori della nettezza urbana hanno manifestato la loro rabbia nel Consiglio comunale di ieri sera, impedendo l’inizio dei lavori. Intanto il Comune ha comunicato che ha eseguito i mandati di pagamenti di stipendi, quattordicesima e ticket; le spettanze saranno concesse venerdì.


“Appena ci pagheranno riprenderemo a lavorare” – ha fatto sapere il portavoce del gruppo di Operatori ecologici. L’amministrazione ha ricevuto una delegazione per riappacificare gli animi, assicurando che i pagamenti sarebbero stati sbloccati a breve.

Sussiste un corto circuito amministrativo economico. Infatti, negli ultimi due mesi il Dirigente finanziario del Comune non ha dato emanato il mandato di pagamento alla SAGI perché la società non rispettava il DURC, cioè il Documento Unico di Regolarità Contributiva. Questa situazione ha scatenato le condivisibili tensioni tra i lavoratori, poiché il mancato stipendio rappresenta l’unica fonte di guadagno per la maggior parte degli operatori.

“Quando l’azienda è stata in regola con i documenti, siamo stati puntuali nelle retribuzioni – spiega il sindaco Giovanni Porcelli – In questi giorni abbiamo ricevuto il DURC e abbiamo verificato la correttezza del documento. Tra lo sblocco dei pagamenti e le scadenze degli stipendi non siamo arrivati ai tempi giusti. Nelle prossime ore parlerò con l’azienda per esortarli al rispetto dei servizi. Non possiamo permetterci alcun rallentamento nella raccolta, a prescindere dalla ragione. Dobbiamo garantire il servizio alla città”.

Dura è la posizione del consigliere d’opposizione Mario Mauriello. “C’è un disagio crescente tra gli operatori e sentite le ragioni – dice – Non posso concordare che la ditta in questione sia inadempiente riguardo la garanzia del pagamento del salario ai suoi dipendenti”.