Polemica tumori in Campania, dietrofront del Ministro Lorenzin

Polemica tumori in Campania, dietrofront del Ministro Lorenzin

Dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin: “In Campania non si muore per i roghi tossici, ma

@Armando Di Nardo

Dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin: “In Campania non si muore per i roghi tossici, ma per gli stili di vita scorretti ”, sono state molteplici le reazioni di chi in quella terra ci vive e conosce sulla propria pelle il collegamento tra neoplasie e rifiuti.

Le parole del Ministro hanno portato una delegazione di comitati di cittadini campani a chiedere un incontro. Durante il colloquio con il Ministro della Salute tenutosi oggi, hanno informato della situazione di gravità estrema con cui i cittadini della cosiddetta “Terra dei fuochi” sono costretti a vivere ogni giorno. E hanno suggerito una serie di interventi di controllo e presidio del territorio per risalire ai responsabili degli sversamenti illeciti.

La Lorenzin, forse mossa anche dalle polemiche e dalle azioni intraprese dopo le sue dichiarazioni, ha dato incarico all’Istituto Superiore di Sanità di condurre indagini tossicologiche per comprendere il grado di collegamento fra tasso di incidenza tumorale e presenza di roghi tossici.