Quartiere Sant’Aniello, l’arcata centrale rischia il crollo

Quartiere Sant’Aniello, l’arcata centrale rischia il crollo

VILLARICCA – L’arcata centrale del quartiere Sant’Aniello è a rischio crollo. Attualmente sono installati dei sostegni per preservare la privata e pubblica incolumità. L’amministrazione potrebbe andare incontro a gravi conseguenze legali in caso di caduta di componenti dello storico complesso.


“Fin dall’entrata nel quartiere, la ditta rilevò che l’arcata centrale perdeva calcinacci ed allora hanno dovuto mettere dei sostegni, ora non si verificano perdite di materiali – ha dichiarato Raffaele Cacciapuoti, assessore ai Lavori Pubblici che continua – Sotto la struttura lavora la ditta e ci passano i cittadini residenti. Oggi chi si assume la responsabilità di caduta nel caso in cui si dovessero togliere le travi di sostegno? Io non mi sento di assumermela. Preferisco l’abbattimento dell’edificio e meno la riqualificazione”.

L’amministrazione del sindaco Francesco Gaudieri, potrebbe varare il ritorno al progetto originale del 2007. Nello scorso giugno si è riunita la commissione speciale “Sant’Aniello”. In quella sede si è deciso di far ripartire le realizzazioni prevedendo la demolizione dell’edificio antistante. L’organo consiliare formato da consiglieri di maggioranza e d’opposizione coadiuvati dall’assessore Cacciapuoti, ha deciso di far approdare la proposta nella prossima assisa comunale, per poi dare indirizzo alla giunta.

L’idea riguarderebbe la creazione di un ampio cortile, parcheggi e la ristrutturazione delle case dei proprietari espropriati. Nel 2009 la Soprintendenza ha fermato i lavori perché due archi della struttura sono stati ritenuti d’interesse storico-antropologici. Prima dell’esecutività della nuova variante al progetto, sarà chiesto nuovamente il parere all’ente dei Beni Culturali, che potrebbe apporre nuovamente un divieto d’abbattimento.