Si spacca il Pdl. Sarracino il pomo della discordia

Si spacca il Pdl. Sarracino il pomo della discordia

VILLARICCA – Pdl e centrodestra in mille pezzi, fatale la scelta del nuovo coordinatore Arturo Sarracino. “Il partito regionale ha chiesto ai referenti della zona di esprimere dei nomi per la designazione dei coordinatori. Ognuno di noi ha fatto dei nomi: Arturo Sarracino incarna il profilo delineato dal partito. Nitto Palma ci aveva chiesto di individuare giovani e laureati preparati, senza un passato nella bagarre politica. Alcune persone sono contro qualcuno solo per un momento di notorietà” ha dichiarato il consigliere Provinciale Guarino.

@Armando Di Nardo

“Guarino agisce come se fosse il dittatore del Pdl. C’è lui dietro questa nomina, io nono sono stato interpellato. Io preferivo il nome di Vincenzo De Rosa o Rocco Ciccarelli – ha dichiarato il capogruppo del Pdl Luigi Sarracino – Sono pronto ad uscire dal partito se Guarino sarà il prossimo candidato sindaco. La sua è una politica centralista e prepotente. Sono in rotta non perché voglio visibilità all’interno e all’esterno del Pdl ma perché voglio farlo crescere. Sono pronto a un confronto pubblico, ma io non insulterò l’avversario”.

Nell’agone politico entra anche il consigliere del centrodestra Giuseppe Coscione “Io ho iniziato con Guarino sto bene al suo fianco per imparare un po’ di politica territoriale, non permetterò a nessuno di intromettersi, anche se ci provano continuamente. Sono stato interpellato sulla scelta di Guarino e concordavo con piacere. A volte si è in guerra senza il motivo, credo che sia successo questo a Luigi Sarracino”.  “Arturo Sarracino è un nome di gradimento solo ad una fazione politica. Difficile ricomporre la spaccatura” ha affermato il consigliere Ciccarelli.