Villaricca, crisi Pdl. Parla Sarracino: “La mia nomina condivisa in tempi differenti”

Villaricca, crisi Pdl. Parla Sarracino: “La mia nomina condivisa in tempi differenti”

VILLARICCA – Tira una brutta aria nel Pdl. Dopo le polemiche delle ultime ore, il nuovo coordinatore del Pdl Arturo Sarracino prova pacificare il partito. Il delegato azzurro dovrà riannodare le varie correnti che stanno spaccando il partito del popolo delle libertà. Ci riuscirà? Proviamo a chiederglielo.

@Armando Di Nardo

La sua nomina ha lacerato profondamente il centrodestra, se lo aspettava?

No perchè credo che sia stata una scelta ampiamente condivisa, anche se in tempi differenti, come si evince da quanto affermato dallo stesso Luigi Sarracino. Infatti, Mi fu chiesto dal capogruppo locale di ricoprire questo ruolo già in precedenza, ma per impegni personali non mi sentii in quel frangente di accettare, convinto della piena dedizione e dell’impegno da dover profondere senza riserva alcuna alla politica e ai miei concittadini. Spero che la nomina non sia motivo di appiglio per discussioni improduttive.

Che cosa rappresenta per lei questo nuova avventura?

Un traguardo importante che va al di là del mio incarico e della mia figura. Finalmente si intravedono speranze grazie ad una nuova politica che pone lo sguardo al futuro cercando di coinvolgere e non di allontanare, pienamente consapevole dell’importanza della partecipazione delle nuove generazioni.

Come le sembra il nuovo incarico?

Rappresenta una sfida improntata sull’apertura e sul confronto produttivo, l’obiettivo è quello di mettere in circolo, unitamente alle tante forze in campo, le buone prassi per lo sviluppo del nostro territorio.

Sente di fare qualche ringraziamento in particolare?

Colgo l’occasione per ringraziare nuovamente quanti hanno creduto e riposto fiducia nella mia persona. Un ringraziamento va anche agli ex commissari Celestino Ciccarelli e Giuliano Granata, che in questi anni hanno lavorato egregiamente all’interno del partito, portando il Pdl a grandi risultati e contribuendo a porre il partito al primo posto nelle ultime elezioni. Con le nuove nomine gli organi di partito hanno voluto procedere ad un ricambio generazionale dando più fiducia ai giovani.