Melito, ancora gelo fra Carpentieri e Pd. Sotto esame la giunta tecnica

Melito, ancora gelo fra Carpentieri e Pd. Sotto esame la giunta tecnica

MELITO – Il Partito Democratico ribadisce: “giudicheremo la giunta tecnica dagli obiettivi raggiunti’’. Dopo un incontro di circa un’ora con il sindaco Venanzio Carpentieri, tenutosi nelle scorse ore, il Pd, primo partito di maggioranza relativa della coalizione di centro-sinistra (presenti in assise con 8 consiglieri), non si smuove dalla propria posizione.


I democratici hanno ricordato al primo cittadino, nel frattempo rientrato dalle vacanze, la propria intenzione di voler dettare alla giunta l’agenda politica. “Chiediamo il rispetto degli impegni presi dal PD in campagna elettorale per la risoluzione di alcune problematiche ritenute di prioritaria importanza come la raccolta differenziata, la regolamentazione della sosta in alcuni punti della città come Via Roma e Corso Europa, o la questione urbanistica. Se la giunta tecnica sarà in grado di soddisfare queste nostre richieste – fanno sapere a margine dell’incontro gli esponenti Pd – allora saremo i primi ad essere contenti. Al contrario, chiederemo un cambio di passo’’.

Resta quindi il disaccordo rispetto alla decisione presa da Carpentieri un mese fa di affidarsi ad un esecutivo tecnico, con un metodo “non condiviso’’ da una maggioranza di centro-sinistra che, dopo il consiglio comunale dello scorso 5 agosto nel quale la seduta è stata sciolta anticipatamente per la mancanza del numero legale, ha mostrato qualche crepa.

Dopo la pausa estiva l’azione amministrativa entrerà nel vivo e sarà allora che si capirà se il lavoro svolto dai 7 assessori tecnici sarà sufficiente a sopire i mal di pancia dei partiti.