Munianum, vicina la privatizzazione. Si fa avanti Alfredo Romeo

Munianum, vicina la privatizzazione. Si fa avanti Alfredo Romeo

MUGNANO – Privatizzazione della Munianum ad un passo. Si attende l’offerta della società di Alfredo Romeo. Restano con il fiato sospeso i 15 dipendenti della multiservizi. I posti di lavoro saranno garantiti ma l’orario di lavoro diminuirà.


L’amministrazione ha stilato le condizioni per la nuova gestione. All’azienda privata sono previsti 550 mila euro in quattro anni, che dovranno essere utilizzati per la gestione dei servizi della pulizia del verde, decoro degli edifici pubblici, gestione dello stadio Vallefuoco, e manutenzione delle caditoie. La giunta del sindaco Giovanni Porcelli ha assicurato il mantenimento degli attuali 15 lavoratori. Intanto, prende sempre più corpo l’ipotesi di un largo utilizzo di contratti a tempo determinato. Allo stato attuale gli operai della multiservizi devono ricevere quattro mesi di stipendio arretrato, dalla Munianum.

Il Comune sin dal novembre scorso ha cercato di affidare i servizi ai privati ma i primi tentativi sono falliti. Dal 2013 è stata cambiata la strategia, scegliendo di interpellare la Consip, società del Ministero delle Finanze che svolge attività di consulenza alle amministrazioni pubbliche nell’ambito degli acquisti di beni e servizi. Attraverso questo nuovo metodo si è arrivati alla società Romeo.

“Attendiamo un’offerta dalla ditta che sarà vagliata dai funzionari. Se conforme all’atto di indirizzo della giunta, l’ufficio preposto approverà. In seguito ci sarà la ratifica del contratto, passaggio di cantiere, e l’avvio dei servizi per la nuova società” ha dichiarato Porcelli.

Avviso ai naviganti: lo scorso aprile la terza sezione della Corte d’Appello di Napoli ha condannato a  tre anni ad Alfredo Romeo per corruzione, in concorso con l’ex provveditore alle opere pubbliche Mario Mautone e per turbativa d’asta e rivelazione di segreto.