Via Candida, commerciante chiude il suo bar: “Chiedo ai Comuni i danni e i mancati incassi”

Via Candida, commerciante chiude il suo bar: “Chiedo ai Comuni i danni e i mancati incassi”

VILLARICCA – Commerciante costretto alla sospensione del Bar a causa della chiusura di via Candida, pronto a chiudere i danni ai Comuni. Rocco Sarracino titolare della caffetteria London ha dovuto abbassare la serranda della sua attività perchè la chiusura del viatico, ha causato un crollo delle vendite del 80 percento. Riscontrate difficoltà a pagare la corrente elettrica e l’affitto del locale.


Attualmente è costretto a fare l’ambulante e a vivere alla giornata in attesa della riapertura. Dopo la consultazione di un legale, sta valutando se fare causa ai Comuni di Villaricca, Qualiano e Calvizzano

“Chiedo i mancati incassi causati dalla strada chiusa. Tra pochi giorni ricorre l’anniversario della chiusura di Via Candida, in quest’anno ho avuto molte difficoltà nel mantenere i miei tre figli e mia moglie – dice Rocco – Nel frattempo pagavamo più di mille euro per il fitto del bar. Ho dovuto sospendere tutte le autorizzazione come i tabacchi e la Sisal. Quando dovrò rimettermi in gareggiata devo riprenderle tutte. All’installazione dei massetti di cemento è stata una doccia fredda per la mia. La clientela si è ridotta, facevo solo 30-40 caffè al giorno per la gente del vicinato”.

L’attività è stata inaugurata da Sarracino dal 2003, e riusciva a pagare le imposte e a portare avanti la famiglia. Inoltre il bar dava lavoro a un pasticcere e un barista, ma con la crisi sono stati licenziati. La forza del locale era il passaggio delle auto che dal centro di Villaricca e Qualiano si spostavano verso Quarto e la zona flegrea, passando per la strada Consolare Campana.

Restano i problemi per Rocco alla ripartenza della sua attività poiché ha quattro mesi di affitto e utenza elettrica arretrati, per quest’ultima dovrà pagare più di 2000 per avere il riallaccio euro.

“A casa mia sto pagando solo la corrente, le tasse dovrò pagarle il prossimo anno.Sarà difficile riprendere la clientela ma dopo l’apertura della strada io insisterò almeno altri due anni. Devo rilanciare il mio bar” – conclude Sarracino.