Applausi al corteo per Marfella e Don Patriciello. Intanto ieri l’incontro in Regione per le altenative all’impianto

Applausi al corteo per Marfella e Don Patriciello. Intanto ieri l’incontro in Regione per le altenative all’impianto

GIUGLIANO – Tra le autorevoli presenze di ieri sera, molto applausi sono stati destinati agli interventi del dottor Antonio Marfella e di Padre Maurizio Patriciello. Entrambi hanno posto l’accento sull’incidenza dell’inquinamento ambientale nei decessi dell’hinterland.


“Sono troppi i funerali di bambini a cui devo partecipare. I medici ci fanno sapere che la leucemia nella nostra zona ha avuto un picco. Questo scempio ambientale si trasforma in un vero proprio dramma umanitario. – ha dichiarato Patriciello – Una cosa l’abbiamo denunciata, i nostri governanti ci devono avvisare sulla qualità delle acque e dall’aria”.

Marfella pronuncia il mea culpa dell’intera categoria: “Noi medici ci siamo accorti in ritardo. Parlato poco o non parlato proprio del disastro dei rifiuti industriali provenienti da tutta la nazione, che ha trasformato la terra più bella d’Europa nella discarica d’Italia. In maniera veramente sporca cercano di farci passare come rifiuti urbani con la creazione di Inceneritori sovradimensionati. Obbligatoriamente dovranno bruciare sia il rifiuto urbano in costante diminuzione, sia quello industriale”, ha affermato il professor Antonio Marfella. 

Intanto nella mattinata di ieri c’è stato un incontro in Regione Campania alla commissione bonifiche, da cui è emersa una prima apertura del presidente Antonio Amato che ha sostenuto la possibilità di misure alternative all’inceneritore. Presenti al tavolo anche le alcune autorità politiche comunali, regionali e nazionali. Sembra una dichiarazione di facciata quella del presidente Amato infatti, gli esponenti del territorio hanno ricordato la legge 87 del 2007 che impedisce la costruzione di impianti di trattamento rifiuti sui territori di Giugliano, Qualiano e Villaricca.

Si aspettano comunque i lavori della commissione ambientale istituita dal Ministro Andrea Orlando che a metà ottobre, dovrà pronunciarsi in merito a proposte operative.