Blatte Vs giuglianesi, una lotta durata tre mesi. Vincono i residenti

Blatte Vs giuglianesi, una lotta durata tre mesi. Vincono i residenti

GIUGLIANO – Blatte di fine estate a Giugliano. Stavolta gli ospiti non graditi di via S. Caterina da Siena, non hanno trovato scampo. Omicidio preterintenzionale.


I giuglianesi hanno comprato un grosso quantitativo di veleno. Il mix assassino è stato poi introdotto nelle catidoie dei viali e dei parchi. Non hanno sopravvissuto all’alba. I disgustosi insetti ieri sera sono stati trovati stecchiti lungo i marciapiedi e i canali di scolo della strada dove sorge la nota discarica a cielo aperto.

Molto probabilmente hanno tentato la fuga, ma più risalivano i condotti fognari, più era intensa la presenza del veleno. Un soggiorno durato circa tre mesi nelle abitazioni dei residenti del quartiere. La battaglia contro le blatte annidate nelle dimore periferiche di Giugliano, oggi è terminata. “A causa del clima torrido e della grande quantità di immondizia presente lungo la vicina discarica, li abbiamo trovati giorno e notte in casa – dice un residente – Dato che le nostre  proteste e le segnalazioni alle autorità competenti, non hanno portato a nulla, allora ci siamo armati per combatterle”. Infatti da maggio a fine agosto non è stato messo in atto alcun intervento di disinfestazione dell’area.

Le lunghe notti insonni a caccia della blatta finita sotto l’armadio o trovata nel pacco di merendine nella credenza della cucina, ha esasperato i giuglianesi della periferia. “Speriamo di aver risolto il problema e di non dover vivere più esperienze simili – dice una donna – E come sempre accade in questa città, abbiamo debellato il problema a nostre spese”.