Corteo funebre contro lo sversamento di rifiuti tossici

Corteo funebre contro lo sversamento di rifiuti tossici

AVERSA – Non accenna a placarsi il movimento di protesta contro “l’olocausto nelle terre campane causato dall’inquinamento dei rifiuti tossici”. Previsto oggi alle 17 e 30 una ”marcia funebre” che partirà da Parco Pozzi e raggiungerà Via Roma sfilando per le vie del centro. L’evento, di natura simbolica, è stato organizzato da “Terra Mia”, movimento di matrice ambientalista nato “dall’esigenza di cittadini campani di riprendere in mano le redini del proprio destino”.

@Armando Di Nardo

I manifestanti che sfileranno nel corteo indosseranno abiti e maschere nere in segno di lutto e si fermeranno nei pressi dell’Arco dell’Annunziata osservando tre minuti di silenzio. Gli organizzatori assicurano che l’iniziativa non ha colori politici e non sarà tollerata l’esposizione di bandiere o simboli di partito.

“Ci muoveremo tutti insieme in massimo silenzio a dimostrazione del lutto – fanno sapere dal movimento –  il silenzio deve essere invasivo, assordante: è il nostro funerale. Parlate con amici, parenti, conoscenti, e invitateli a partecipare. Dobbiamo essere in tanti. Per l’occasione chiediamo un’adesione a tutti gli esercizi commerciali della zona di abbassare le serrande o chiudere le porte al passare del corteo in segno di adesione alla protesta. SIAMO TUTTI MORTI dovrebbe essere uno slogan ma non lo renderemo tale, cammineremo “silenziosamente” andremo al nostro e al vostro funerale, ci vestiremo di nero in segno di lutto. Non una manifestazione ma una pacifica e silente marcia funebre.

Il movimento “Terra mia” mira ad ottenere la dichiarazione di ‘disastro ambientale’ e la completa bonifica delle zone interessate dallo sversamento dei rifiuti tossici.  Un problema che, per ragioni geografiche, non interessa solo l’area nord di Napoli ma anche la Provincia di Caserta.