Crisi a Melito, Carpentieri prova a ricompattare la maggioranza

Crisi a Melito, Carpentieri prova a ricompattare la maggioranza

MELITO – Il sindaco Carpentieri cerca ricucire le fila tra i partiti di maggioranza. Anche se al momento non ci sono dichiarazioni


MELITO – Il sindaco Carpentieri cerca ricucire le fila tra i partiti di maggioranza. Anche se al momento non ci sono dichiarazioni ufficiali, la fascia tricolore ha fatto trasparire la volontà di ricompattare il suo schieramento. Diversi gli episodi accaduti negli ultimi tempi che hanno fatto scricchiolare il centro-sinistra; non ultimo, lo scioglimento anticipato dell’ultima assise con l’assenza di 6 consiglieri delle liste civiche.

Intanto, nelle ultime ore, dall’universo Pd, sono stati diffusi due diversi documenti.Nel primo, il consigliere comunale Agostino Pentoriero, ritenuto da molti uno degli uomini più vicini a Carpentieri, chiede un rinnovato dialogo tra i partiti della coalizione. “E’ il momento di dimostrare i migliori propositi” scrive Pentoriero. “Chi è tentato – continua il consigliere democratico – dal servirsi di giochi politici desueti fatti di ostruzionismi e correntismi, deve sapere che per tali pratiche non c’è più tempo. E’ questo il momento di dimostrare chi tiene al progresso del territorio e chi invece tiene solo al proprio orizzonte. Il dovere è quello di ricompattarsi, mostrare attitudini di coscienza che servano a superare l’impasse di queste ore”.

Nell’altra nota, redatta dai dirigenti locali del Pd e che ne chiarisce una posizione ritenuta “ufficiale”, si demarca la distanza ancora in atto con le alte liste della coalizione. Il recente documento a firma delle liste civiche e dall’Udc, è per il Partito Democratico “contraddittorio in tutti i suoi aspetti, in cui si scrive che non si può più perdere tempo, ma poi si chiede ulteriore tempo per riflettere, i cui firmatari evidenziano dei punti critici, dei quali essi sono gli artefici (si vedano settore ambiente, bilancio e tributi dell’ex staff del sindaco)”. Poi il Pd continua: “le liste civiche (in questo passaggio si fa riferimento ad alcuni nomi riconducibili alle stesse liste ndr.) avevano la stupidità e ottusa presunzione che avrebbero potuto vincere le elezioni amministrative da sole!! Così avrebbero portato Venanzio Carpentieri allo sfacelo, “asfaltato” dal centro-destra”.

Critica la minoranza di centro-destra che con il consigliere della lista “Melito nel Cuore” Luciano Mottola afferma: “Stiamo assistendo ad una battaglia a suon di comunicati e documenti all’interno dell’ormai ex maggioranza di centrosinistra che dimostra giorno dopo giorno di essere stata composta da persone che avevano il solo intento di vincere le elezioni. Questo balletto – prosegue l’esponente di Melito Nel Cuore –  non fa altro che danneggiare enormemente una città abbandonata a se stessa. Ma nonostante ciò il sindaco Carpentieri non fa una piega, preferendo starsene in linea di galleggiamento, restando in poltrona a guardare Melito che affonda”.