Discriminazione verso il bambino disabile a Mugnano, Cardone: “vogliamo i nomi!”

Discriminazione verso il bambino disabile a Mugnano, Cardone: “vogliamo i nomi!”

MUGNANO – Tante reazioni a in città, dopo l’esclusiva de IlMeridianoNews che denunciava il grave episodio di discriminazione ai danni di un


MUGNANO – Tante reazioni a in città, dopo l’esclusiva de IlMeridianoNews che denunciava il grave episodio di discriminazione ai danni di un bambino disabile, che molti genitori non hanno voluto nella classe dei propri figli alla Sequino.

A rispondere è anche il mondo politico, di seguito riportiamo il comunicato stampa pervenutoci a firma di Vincenzo Cardone, capogruppo PdL in consiglio comunale:

Sono shockato e addolorato dalla notizia riguardante il grave atto di discriminazione avvenuto nella scuola elementare Sequino di Mugnano. E’ veramente qualcosa di scandaloso, riesco solo a provare lo schifo per quanto è accaduto. Non è degno di un paese civile che dei genitori hanno voluto costringere la preside attraverso delle persone influenti per far trasferire i loro figli in un’altra classe dove non ci sia un disabile. Siamo davanti a delle persone che hanno chiesto il favore al potente di turno. Massimo disprezzo anche per la persona che si è prestata ad esercitare questa pressione, in virtù del suo incarico. Bisogna fare chiarezza su questo evento. Per questo chiedo che vengano fuori i nomi dei responsabili di questo episodio, e magari una conferenza dei capigruppo con l’assessore al ramo.