Giugliano, i fratelli Martino al Comune. L’ombra di parentopoli sui commissari

Giugliano, i fratelli Martino al Comune. L’ombra di parentopoli sui commissari

GIUGLIANO – Un caso. Forse solo una coincidenza. Due fratelli impiegati allo stesso Comune attualmente commissariato per sospette inflitrazioni camorristiche. A Giugliano Girolamo Martino è l’attuale segretario generale che lavora a stretto contatto con la triade commissariale. Luigi Martino, invece, oltre ad essere anche lui segretario comunale (al Comune di Caserta, ndr), è altresì responsabile con delega Welfare e Mercato Ortofrutticolo al Comune di Giugliano da meno di un mese.


IlMeridianoNews ha provato a indagare sugli atti di nomina spulciando sul sito del Comune. Ma gli atti non sono pubblici e non è possibile accedervi. Ad ogni modo sembrerebbe un caso di parentopoli in piena regola, simile a quello che ha travolto la famiglia De Magistris a Napoli. A renderlo più grave del family gate partenopeo è però la delicata situazione amministrativa del Comune di Giugliano, affidato nelle mani di tre commissari incaricati di ripristinare la legalità in un territorio compromesso dal malaffare. Ora l’amministrazione straordinaria rischia però di restare impantanata in un caso di familismo.

Tutti si chiederanno se il pubblico encomio che il commissario pro tempore Valiante fece al segretario comunale per la breve esperienza al Comune di Melito fosse un encomio rivolto all’intera famiglia Martino. Tanto in gamba, forse, da meritare due posti al Palazzo del Corso Campano.