Inceneritore, ieri piazza Matteotti gremita per dire no all’impianto

Inceneritore, ieri piazza Matteotti gremita per dire no all’impianto

GIUGLIANO – E’ gremita piazza Matteotti per la manifestazione contro l’inceneritore. 400 persone provenienti da tutto l’hinterland di Napoli Nord pronte a battersi contro l’ennesimo scempio da perpetuare ai danni del territorio.  Dopo i dissensi manifestati già nel corso del mese d’agosto, i militanti sono passati alle proposte concrete della futura azione. Il primo punto è la creazione di un presidio permanente nei pressi del cantiere del futuro termovalorizzatore, in modo da far sentire costante la presenza delle cittadinanze.


 
In secondo battuta è stata sottolineata l’importanza di una commissione tecnico indipendente per individuare le soluzioni alternative al sito. Fondamentale sarà l’apporto di medici indipendenti dalle sedi istituzionali per denunciare il picco d’incidenza tumorale degli ultimi anni, in corrispondenza con l’avvelenamento delle falde acquifere, dei terreni e dell’aria.
 
Si è ribadita nuovamente la necessità di una bonifica totale di tutti i siti inquinanti e una mappatura precisa. Per rendere edotta la popolazione anche dal punto di vista alimentare, poiché ancora oggi sussistono delle attività agricole a ridosso delle cave statali e illegali.