«Siano rispettati i diritti dei giuglianesi», anche i commissari si esprimono sull’inceneritore

«Siano rispettati i diritti dei giuglianesi», anche i commissari si esprimono sull’inceneritore

GIUGLIANO – I commissari prefettizi hanno chiesto un incontro con l’assessorato all’Ambiente Giovanni Romano per la questione dell’inceneritore. La commissione si è dichiarata pronta a istituire una serie di tavoli di concertazione con le amministrazioni, le autorità competenti e le associazioni di categoria. La volontà della commissione straordinaria è di far partecipare alle decisioni i soggetti interessati, portando alla discussione proposte nelle varie fasi di realizzazione.


“Nonostante non rientri nelle proprie competenze la decisione di realizzare il termovalorizzatore, in quanto materia del Governo e della Regione, la commissione assicura, tuttavia, che vigilerà attentamente sull’ulteriore corso della procedura in argomento, affinché siano garantiti i diritti della cittadinanza ed il rispetto della legalità”, questa la posizione dei commissari Giuseppe Guetta, Fabio Giombini, e Luigi Colucci.

Dopo la pubblicazione del bando per la costruzione dell’inceneritore, la commissione decide di rompere gli indugi intervenendo sulla questione. Resta una posizione moderata rispetto all’enormità del problema, percepito da parte della cittadinanza. Riconosciute le problematiche dei giuglianesi di Ponte Riccio “I residenti della zona prescelta per la costruzione del termovalorizzatore convivono da anni con problemi inerenti la questione ambientale, essendo l’area da tempo oggetto di sversamenti tossici, incendi e discariche abusive”.