La Boschese frena il Mugnano nel deserto dello stadio Vallefuoco

La Boschese frena il Mugnano nel deserto dello stadio Vallefuoco

MUGNANO – Una gara ricca di emozioni va in scena allo stadio Vallefuoco di Mugnano, ma gli uomini di mister Cipolletta vedono ancora rimandato l’appuntamento con la vittoria. Finisce 1-1, infatti, il match con la Boschese valevole per la terza giornata del campionato di Promozione girone B. Una partita che si è disputata a porte chiuse, non essendo stata ancora revocata l’ordinanza disposta dal sindaco Porcelli per gli accertamenti della Commissione di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo. Il sopralluogo effettuato nella giornata di venerdì ha dato esito positivo, ma sono forse mancati i tempi tecnici per la riapertura dell’impianto sportivo e così la squadra di casa ha dovuto fare a meno del prezioso supporto dei propri tifosi.


In un clima piuttosto surreale Mugnano e Boschese si studiano a lungo prima di proporsi seriamente nelle rispettive aree di rigore. Il primo sussulto della gara si avverte solo al 30’: Colesanti servito da Russo colpisce la sfera di piatto destro, ma il suo tiro, a pochi passi dalla porta, si infrange sulla traversa. Poco dopo sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi sempre con Colesanti, che manca il tap-in vincente sulla bordata di Grassi respinta dal portiere avversario.

La Boschese si scuote invece nel finale del primo tempo, ma è quanto basta per passare in vantaggio, approfittando dello svarione dei centrali di difesa del Mugnano. La rete nasce da una palla vagante in area su cui si fionda Cirillo. Il giovane Castigli è così beffato. Nei minuti di recupero concessi dal direttore di gara gli ospiti si ritrovano però in dieci per l’espulsione di Librone, già ammonito, che incassa un secondo cartellino giallo per tocco di mano fuori area. Il calcio di punizione dal limite concesso ai mugnanesi e battuto da Russo finisce però alto ed i padroni di casa vanno a riposo sotto di un goal.

In avvio di ripresa il Mugnano City prova subito a pareggiare i conti, mentre la Boschese, in dieci uomini, si affida a veloci ripartenze. L’1-1 si concretizza al 55’. Sul tiro dalla bandierina di Russo, Palladino insacca di testa alle spalle del suo portiere. L’autorete galvanizza la squadra di mister Cipolletta, che sembra avere la partita in pugno per mandare al tappeto gli ospiti. Nel momento migliore del Mugnano arriva però l’espulsione di Russo, che si fa buttare fuori per proteste dal fischietto avellinese, reo di non aver sanzionato il doppio tocco di mano dell’estremo difensore della Boschese.

Ristabilita la parità numerica saltano tutti gli schemi. Le squadre si allungano, e senza più collante tra difesa ed attacco, si assiste a continui ed emozionanti cambi di fronte. A sfiorare il vantaggio sono dapprima gli ospiti con un tiro che fa tremare il palo interno e costringe Castigli a salvare sulla linea di porta. Stesso copione sulla sponda opposta: il mugnanese Tekari colpisce il legno ma a negargli la gioia del goal è il portiere Tufano che interviene in extremis. Sul finale è il numero uno mugnanese Castigli, classe 96’, a rendersi di nuovo protagonista con un prodigioso salvataggio che cristallizza l’1-1. Inutile anche l’ultimo tentativo di Guida che spedisce la palla sul fondo.

Finisce in parità. Il punto conquistato consente al Mugnano City di smuovere la classifica, ma ora un trittico di gare durissime attende la formazione del presidente Canditone, che dovrà mettere alla prova i propri limiti per capire dove potrà arrivare in questa stagione.

 

 

 

MUGNANO CITY: Castigli, Sequino (20’ Tekari), Lanzaro, Buonanova, Passariello (46’ Guida), Papi, Chiaiese, Russo, Grassi (70’ Cerullo), Germano, Colesanti. A disposizione: Mango, Buonocore, Pugliese, Canditone. Allenatore: Cipolletta.

BOSCHESE: Tufano, Palladino, Villani, Carotenuto, Librone, Arnese, G. Marrazzo (29’ Giordano), Napolitano, G. Cirillo (46’ Perna), O. Polise, A. Pagano (62’ A. Polise). A disposizione: Casarucci, Miranda, E. Cirillo, C. Marrazzo. Allenatore: Simonetti.

ARBITRO: Parrella (Avellino).
ASSISTENTI: Pepe e Perrone (Napoli).

RETI: 44’ G. Cirillo (B) ; 55’ autorete di Palladino (B).
NOTE: gara giocata a porte chiuse. Espulsi al 46’ Librone (B) per doppia ammonizione e al 55’ Russo (M) per proteste ; ammoniti Passariello, Colesanti, Buonanova (M); Arnese, Librone, Carotenuto, Villani, Palladino (B).