Ladri armati di fucile, arrestati dai carabinieri dopo due rapine

Ladri armati di fucile, arrestati dai carabinieri dopo due rapine

GIUGLIANO – Rapinano prima un caseificio e poi una tabaccheria, ma dopo un inseguimento vengono arrestati dai Carabinieri. Protagonisti della vicenda tre


GIUGLIANO – Rapinano prima un caseificio e poi una tabaccheria, ma dopo un inseguimento vengono arrestati dai Carabinieri. Protagonisti della vicenda tre uomini che, coperti da casco integrale, questa sera hanno fatto irruzione in una tabaccheria di via Aviere Mario Pirozzi armati di fucili a canne mozze, dopo aver in precedenza rapinato un caseificio in via Bosco, quartiere Casacelle.

1500 euro in contanti, oltre a numerosi ‘Gratta e Vinci’, il bottino dei tre. Sconcertato il titolare della tabaccheria, che dichiara: “questo è un piccolo negozio, cosa credevano di trovare, al punto tale da minacciarci addirittura con i fucili a canne mozze? Sono nauseato… Non ho potuto riconoscerli perchè non hanno tolto i caschi, ma mi sono sembrati tutti abbastanza giovani; posso solo dire che sono fuggiti in tre su un motorino di bassa cilindrata, probabilmente un 50”.

Dopo il primo colpo ai danni del caseificio, sulle tracce della mini-banda di ladri c’erano già gli uomini del capitano Piroddi, che dopo la seconda segnalazione hanno prima inseguito e poi catturato i tre, ponendo fine alla loro giornata da rapinatori seriali.