Licola, scoperta casa di riposo abusiva con personale non qualificato

Licola, scoperta casa di riposo abusiva con personale non qualificato

GIUGLIANO – Undici anziani tra i sessanta e gli ottant’anni. Persone bisognose di assistenza ma affidate a personale privo della formazione necessaria


GIUGLIANO – Undici anziani tra i sessanta e gli ottant’anni. Persone bisognose di assistenza ma affidate a personale privo della formazione necessaria che operava in una casa di riposo abusiva di Licola. Una struttura per la quale gli ospiti pagavano anche 800 euro al mese senza ricevere il supporto e le cure adeguate. A scoprire l’accaduto, e a mettere i sigilli alla dimora per anziani, sono stati i carabinieri.

Nel corso degli accertamenti compiuti dai militari del NAS e dal personale dell’Asl Napoli Nord 2, è emerso che a gestire la casa di riposo, sprovvista di autorizzazioni amministrative, era una donna di 46 anni, finita in manette agli arresti domiciliari insieme a quattro collaboratori, che lavoravano nel centro senza essere in possesso di attestati di formazione professionale.

Gli undici anziani presenti nella struttura, trovati tutti in buone condizioni di salute, sono stati invece riaffidati alle proprie famiglie.