Melito, boccata d’ossigeno per gli LSU. Rinnovati i piani di lavoro

Melito, boccata d’ossigeno per gli LSU. Rinnovati i piani di lavoro

MELITO – Il responsabile del settore Finanze e Personale dell’ente comunale, tramite una delibera di giunta datata 2 settembre, ha comunicato di aver prolungato, sino al 31 dicembre 2013 e con l’avallo dell’amministrazione comunale, le attività socialmente utili relative al Comune di Melito. 


A svolgere tali attività, saranno 32 Lsu, per un massimo di 75 ore mensili per ciascun lavoratore. La spesa complessiva, al lordo di Irap e Inail, sarà di oltre 86.000 euro.

Il prolungamento delle attività degli Lsu, partito lo scorso 1 settembre, si rende necessario, fanno sapere dall’ufficio del settore Finanze e Personale, a causa, soprattutto, di una carenza del personale che attanaglia da tempo anche l’ente di Via Salvatore Di Giacomo e che di fatto ostacolano il normale percorso della macchina comunale.

In diverse circostanze, lo stesso primo cittadino e gli organi competenti, hanno sottolineato la mancanza di liquidità a causa dei tagli agli enti locali da parte del governo centrale o per il mancato pagamento delle tasse comunali, soprattutto in alcune zone della città di Melito.

E proprio in questa direzione, già in passato, gli Lsu hanno sono stati utilizzati oltre l’ordinario orario di lavoro, sulla base di mansioni, quali ad esempio ambiente, recupero del centro storico o delle aree urbane della città, redatte dai diversi responsabili di settore per le proprie competenze.