Mallardo: “un sacrificio necessario per il bene della Provincia”

Mallardo: “un sacrificio necessario per il bene della Provincia”

NAPOLI – Rimpasto in giunta provinciale, il presidente Antonio Pentangelo nomina tre nuovi assessori, e a farne le spese – tra gli


NAPOLI – Rimpasto in giunta provinciale, il presidente Antonio Pentangelo nomina tre nuovi assessori, e a farne le spese – tra gli altri – è il giuglianese Francesco Mallardo, che lascia la sua delega alla semplificazione amministrativa, detenuta per oltre tre anni. In un periodo particolarmente complicato, con l’assenza di una vera amministrazione e l’incombenza della costruzione di un inceneritore sul territorio cittadino, Giugliano perde ancora pezzi e si allontana sempre più dai tavoli del potere politico.

La reazione dell’oramai ex assessore è affidata ad una nota, che Mallardo ha inviato alla nostra redazione, e che pubblichiamo di seguito integralmente:

 

È stato un rimpasto concordato con il Presidente Pentangelo, che a malincuore ha dovuto farlo. La politica è fatta anche di numeri. In Consiglio Provinciale si erano formati già da tempo nuovi gruppi consiliari, che da diversi mesi chiedevano di essere presenti in Giunta con dei loro assessori. Gruppi che non esistevano al momento delle elezioni avvenute nel 2009, ma che adesso chiedevano giustamente una loro visibilità. È nella logica della politica. Il gruppo di Fratelli d’Italia con tre consiglieri ed il gruppo MPC con ben 5 consiglieri non avevano alcuna rappresentanza, così come l’Udc con 4 consiglieri aveva un solo assessore. La loro protesta ha fatto venir meno il numero legale in diverse sedute di Consiglio Provinciale, mettendo a repentaglio l’approvazione stessa del bilancio, che è stato votato da noi assessori in Giunta già a luglio, ma non ha avuto ancora l’approvazione definitiva in Consiglio. Questo rimpasto, anche se a pochi mesi dalla scadenza del mandato (mancano 7-8 mesi alle prossime elezioni Provinciali), era diventato indispensabile ed ovviamente il Nuovo Psi, che io rappresentavo come assessore, avendo un solo consigliere presente nell’assise provinciale, per un fatto meramente numerico è stato tra i partiti penalizzati. Ricordo che sono stati nominati ben 4 nuovi assessori. Ho avuto l’onore di espletare il ruolo di Assessore Provinciale per ben tre anni e mezzo, sono stato uno dei più longevi e devo dire che, se pure in un periodo di crisi economica in cui ogni anno il Governo centrale ha effettutato dei tagli enormi: per circa 47 milioni di euro, lasciando poche risorse all’ente Provincia, è stata una esperienza bellissima e credo di aver fatto un buon lavoro.

Per Giugliano sono riuscito a far appostare le somme (oltre quattrocentomila euro) per risolvere definitivamente il problema dei cedimenti della circumlago (i lavori partiranno in seguito all’espletamento della necessaria gara d’appalto), una serie di manutenzioni su strade e scuole ricadenti nel Giuglianese, ma di proprietà provinciale, sono state effettuate con più celerità e precisione rispetto al passato e molti cittadini mi hanno confermato questa cosa. Ancora grazie al mio interagire con la Regione Campania, nel giro di tre anni la bretella della Circumflegrea che lega Licola, Lago Patria e Varcaturo all’area flegrea, avrà una nuova stazione, dando la possibilità a tanti nostri concittadini di fruire di collegamenti verso la suddetta area fino ad arrivare a Napoli in maniera più comoda e veloce. Ai precedenti commissari che reggevano il Comune, dopo le dimissioni di Pianese, ho sottoposto ben due progetti che prevedevano la compartecipazione di Comune, Provincia e Regione per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro da far entrare nelle casse comunali per la riqualificazione degli Scavi di Liternum e per le scuole. Il primo, sotto il mio pressante impulso è stato recepito, per il secondo la struttura commissariale ha perso una bella occasione.
Questo è quanto fatto soprattutto per Giugliano.

Più in generale come Assessore Provinciale son riuscito ad attingere da un bando regionale, che scadeva pochissimi giorni dopo la mia nomina ad assessore, circa tre anni e mezzo fa, la cifra di un milione e trecentomila euro, partecipando in extremis altrimenti i soldi sarebbero andati persi. Ho fatto bandire la gara di livello europeo, che tra pochi giorni verrà aggiudicata, alla quale hanno partecipato oltre trenta società tra le migliori d’Italia nel campo informatico ed anche qualcuna straniera. Verranno offerti grazie alla stessa, una serie di servizi ai cittadini ed alle piccole e medie imprese dell’intera provincia, che faranno risparmiare loro tempo e soldi: portale turistico, pagamenti online e tutta una serie di semplificazioni dell’attività burocratica che troppo spesso penalizza tutti noi. Sotto il mio assessorato la semplificazione nel Settore Trasporti della Provincia ha compiuto passi da gigante, l’istruttoria delle pratiche per il rilascio di autorizzazioni per aprire scuole guida o agenzie di pratiche auto, autorizzazioni di competenza della provincia, mentre prima venivano effettuate interamente mediante cartaceo, oggi vengono presentate e seguite quasi completamente per via telematica, con un risparmio di tempo e soldi per gli utenti e di risorse umane per l’ente.

Ancora dematerializzazione con l’eliminazione del cartaceo e l’uso molto più spinto di posta elettronica, pec, firma digitale e strumenti informatici in genere in molte prassi burocratiche della Provincia con risparmio di tempo e carta. Abbiamo introdotto il protocollo informatico e la digitalizzazione degli atti. Inoltre ho stipulato alcune convenzioni con l’Università Federico II per la fornitura, a costo zero per la Provincia, di  alcune consulenze e servizi, che se avessimo affidato a privati, come spesso avveniva in precedenza, sarebbero costate tanto.

Lascio a chi mi succede in carica, il progetto Wireless, a cui tengo molto e per il quale mi sono tanto impegnato, per dotare ciascuno dei 92 comuni della provincia di almeno una piazza in cui sia possibile accedere al collegamento wifi in modo gratuito. Ci ho lavorato tanto e mi avrebbe fatto piacere portarlo a compimento, ma conoscendo bene chi prenderà il mio posto ed avendo stima di lui, son certo che la cosa verrà realizzata. Ho avuto l’onore di rappresentare la Provincia, su delega del Presidente, in diverse manifestazioni, convegni ed appuntamenti politici.

In conclusione credo di avere un bilancio sicuramente positivo di questa mia esperienza sotto tutti i punti di vista, che mi ha fatto crescere sotto il lato umano innanzitutto e sotto il profilo politico, mi ha dato modo di imparare tanto e di arricchire il mio bagaglio di esperienza, che mi servirà per altri ruoli che andró successivamente a ricoprire. Per chi come me ama la politica e da tanti anni vi si dedica con passione è stata una tappa straordinaria.
Auguro veramente di cuore ad altri politici giuglianesi di ripercorrere la mia stessa strada.