Melito aderirà al ricorso al Tar contro l’inceneritore

Melito aderirà al ricorso al Tar contro l’inceneritore

MELITO – Anche Melito si aggiungerà ai quei comuni dell’area nord decisi ad inoltrare un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale che scongiuri la costruzione del Termovalorizzatore nella zona giuglianese di “Ponte Riccio’’.


La Giunta Comunale melitese, riunitasi nella giornata di venerdì 27 settembre, ha infatti dato mandato al primo cittadino Venanzio Carpentieri di nominare un legale di fiducia dell’Ente di Via Salvatore Di Giacomo, il quale, di concerto con gli avvocati già chiamati dai Comuni di Villaricca, Mugnano, Marano Qualiano, Trentola Ducenta, Lusciano e Parete, darà vita ad un collegio difensivo congiunto. L’intenzione, o forse sarebbe meglio dire la speranza, è quella di bloccare la costruzione dell’inceneritore e trovare soluzioni alternative all’impianto. L’azione legale, era stata già discussa nei giorni scorsi in una riunione tenutasi a Qualiano, alla quale però il primo cittadino melitese non aveva preso parte per impegni sopraggiunti.


La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, lo scorso di agosto, del bando regionale per la costruzione dell’impianto destinato a bruciare le ecoballe, ha attivato una protesta trasversale che vede protagonisti con diverse manifestazioni ed iniziative comitati, semplici cittadini nonché politici ed associazioni del territorio. L’11 ottobre, si saprà quali aziende hanno manifestato interessate per la costruzione dell’inceneritore. Mentre pochi giorni dopo, il 14 ottobre, si saprà chi effettivamente vincerà la gara per l’affidamento dei lavori (a meno che il bando non vada deserto). 

Nel frattempo, il Comune di Melito ha aderito ad altre due iniziative. La prima, riguarda la partecipazione al bando regionale per incentivare la produzione di energie rinnovabili. Le installazioni di impianti fotovoltaici, che rientrano nell’ambito del progetto Fondo Europeo Sviluppo Europeo P.O.R. 2007-2013, interesseranno la casa comunale e le scuole del territorio “Marino Guarano’’, Sibilla Aleramo’’ e “Giovanni Falcone’’.

Nell’altra, l’ente comunale ha riconosciuto il Patrocinio Morale all’iniziativa promossa dall’Associazione per la Lotta dei Tumori al Seno e finanziato con un 5 per mille. Durante la giornata di giovedì 3 ottobre, verranno effettuate, presso la sede del Comune, visite gratuite al seno, al fine di prevenire il sopraggiungere di patologie tumorali.