Melito, lavoratori della Multiservizi sul piede di guerra. Occupato il municipio

Melito, lavoratori della Multiservizi sul piede di guerra. Occupato il municipio

MELITO – Nella giornata di ieri, un nutrito gruppo di dipendenti della Melito Multiservizi, società partecipata del Comune di Melito di Napoli che si occupa di raccogliere i rifiuti sul territorio, ha inscenato una protesta nella Casa Comunale, a causa della mancato pagamento degli stipendi di agosto.


Il motivo del ritardo, pare, sia dovuto ad alcune pendenze non saldate, per un ammontare di circa 37.000 euro, da parte della stessa Multiservizi nei confronti dell’Inail, relative al periodo 2010-2011 e che l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, non avrebbe comunicato in tempo.

Una delegazione ha poi incontrato il primo cittadino Venanzio Carpentieri per chiedere l’immediato accredito dei loro stipendi. L’Ente comunale ha comunicato di aver anticipato alla Multiservizi le spettanze arretrate reclamate dall’Inail. Solo in questo caso, una volta accertato l’accredito, si sbloccheranno i fondi necessari, per un totale di circa 300.000 euro, finalizzati a garantire anche oltre agli stipendi, anche il pagamento delle tasse, del carburante degli automezzi e le spese di gestione.

“In ogni caso, finché non verremo pagati, lavoreremo a singhiozzo”, fanno sapere i dipendenti che in mattinata avevano minacciato di depositare i sacchetti dinanzi al Comune, “Vogliamo avere quanto ci spetta, è un nostro diritto, non possiamo aspettare oltre”.