Mugnano City, non riesce la rimonta: arriva un’altra battuta d’arresto

Mugnano City, non riesce la rimonta: arriva un’altra battuta d’arresto

POGGIOMARINO – Un coraggioso e caparbio Mugnano City cede alla Juve Pro Poggiomarino nel secondo turno del campionato di Promozione girone B.


POGGIOMARINO – Un coraggioso e caparbio Mugnano City cede alla Juve Pro Poggiomarino nel secondo turno del campionato di Promozione girone B. A condannare alla sconfitta per 2-1 la formazione di mister Cipolletta il black out dei primi minuti di gioco.

Bastano infatti solo 120 secondi ai padroni di casa per mandare in visibilio il pubblico, regalando la gioia del vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Schettino, si fa trovare pronto sul primo palo Cirillo, che di testa, senza indugi,  buca la rete. Per il Mugnano City la gara si mette subito in salita. All’8’ Canditone prova a sorprendere il portiere avversario con un tiro dalla distanza, ma Giugliano battezza sul fondo. Gli ospiti si spingono in avanti con insistenza alla ricerca del pari, ma al 29’ è il Poggiomarino a trovare nuovamente la via del goal: Di Fiore crossa dall’out di destra, palla sul secondo palo per Belcore che si fa largo in area di rigore e beffa Castigli.

Sotto di due reti, i mugnanesi tentano di rientrare nel match al 33’ su calcio piazzato: Germano serve al centro Grassi che si gira e tira, ma Giugliano blocca senza troppa fatica. I padroni di casa non stanno però a guardare, ed un minuto dopo sciupano l’occasione del definitivo k.o. con Di Fiore, che cerca il pallonetto con Castigli fuori dai pali, ma il bersaglio viene mancato di poco. Il confronto tra i due si rinnova qualche minuto dopo, ma il numero uno mugnanese si salva ancora una volta. Prima del riposo c’è spazio poi per un altro affondo degli ospiti: Cerullo smarca sull’out di sinistra Grassi che prova il diagonale, Giugliano si supera distendendosi e deviando in angolo.

Nella ripresa è il Mugnano a fare la partita nella speranza di accorciare le distanze, mentre il Poggiomarino si affida ad insidiosi contropiede. Al 59’ D’Amora fa tremare gli ospiti battendo Castigli in uscita, ma la difesa mugnanese salva sulla linea. Dieci minuti dopo è il capitano Germano a rendersi minaccioso dalle parti di Giugliano, ma il suo tiro finisce fuori. Le chances di rientrare in partita sembrano perse definitivamente. All’83’, però, arriva il sussulto che riapre i giochi: Grassi si mette in mostra con un bel tiro a giro che, complice una deviazione, sorprende l’estremo difensore avversario. Il 2-1 dà ai mugnanesi la giusta carica per il forcing finale. La determinazione non premia però gli uomini di mister Cipolletta, ancora una volta sconfitti ma a testa alta. L’appuntamento per smuovere la classifica è solo rimandato.

JUVE PRO POGGIOMARINO: Giugliano, Gravagnoli, Bordone, Marigliano (81’ Bianco), Senese, De Santo, Di Fiore (55’ Trigliozzi), Schettino, Belcore, Cirillo (65’ Del Nunzio), D’Amora. A disposizione: Polverino, Alfano, Fiumarella, Bifulco. Allenatore: Rosolino.
MUGNANO CITY: Castigli, Tekari, Buonocore (66’ Nacarlo), Germano, Passariello, Buonanova, Chianese, Russo, Grassi, Canditone (61’ Benedetto), Cerullo (46’ Guida). A disposizione: Mango, Pugliese, Gaudino, Liccardo. Allenatore: Cipolletta.
ARBITRO: Bacco (Battipaglia).
ASSISTENTI: Ferlisi e Forlenza (Battipaglia).
RETI: 2’ Cirillo (J) ; 29’ Belcore (J) ; 83’ Grassi (M).
NOTE: osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Paolo Zantelli tragicamente scomparso domenica scorsa sul circuito dell’idroscalo di Milano durante una gara di formula 2. Ammoniti Giugliano, D’Amora (J); Buonocore, Buonanova, Russo (M). Spettatori circa 400.