Ospedale San Giuliano, strisce blu e Car Park. Ma chi comanda è il parcheggiatore abusivo

Ospedale San Giuliano, strisce blu e Car Park. Ma chi comanda è il parcheggiatore abusivo

GIUGLIANOAncora Via Magellano al centro delle polemiche. Dopo i paletti anti-sosta che secondo i più “maliziosi” sono stati installati lungo il battistrada per favorire “Car Park”, questa volta a far discutere sono i parcheggiatori abusivi. Tanti sono i cittadini che hanno contattato la nostra redazione per denunciare l’insolita tangente che sono costretti a versare per parcheggiare la propria auto in zona. Infatti, laddove non compaiono i paletti, ci sono le strisce blu.


Ma nonostante la presenza della segnaletica indicante la sosta a pagamento, gli abusivi non desistono dal riscuotere un contributo a “piacere” dall’automobilista di turno, costretto così a sborsare una tariffa doppia per regolarizzare la sua posizione rispetto al Comune e all’abusivo del posto. A rendere più tragicomica la vicenda è la promessa da parte del parcheggiatore di “esenzione” dal grattino comunale dietro corrispettivo del pedaggio illegale. “E’ uno schifo. – denuncia Barbara – Non possiamo più lasciare l’auto in sosta neanche per pochi minuti che dobbiamo fare i conti con gli ausiliari del traffico e in contemporanea con i parcheggiatori abusivi!”.

Una situazione paradossale, se si pensa che a poche decine di metri sorge la struttura ospedaliera più importante dell’Hinterland. Per pazienti e familiari parcheggiare anche per pochi minuti può rivelarsi un’operazione difficile o economicamente dispendiosa. Paletti, strisce blu e parcheggiatori abusivi sono diventati ostacoli insormontabili. Oltre a multe salate, c’è il rischio di dover fare i conti con l’abusivo che minaccia ritorsioni a chi non versa il pedaggio. L’unica alternativa è infilare la propria auto in uno dei vialetti che si snodano a perpendicolo lungo via Magellano. Risultato? Stradine laterali intasate e rivolta dei residenti. Insomma, l’odissea di Via Magellano sembra non avere fine.