Rifiuti tossici, trovati fusti nelle terre indicate dal pentito

Rifiuti tossici, trovati fusti nelle terre indicate dal pentito

CASAL DI PRINCIPE – Alcuni fusti sono stati ritrovati dai carabinieri in un terreno in via Sondrio a Casal di Principe. Le operazioni di scavo sono partite a seguito delle indicazioni rese da un collaboratore di giustizia, non sarebbe però Carmine Schiavone. I fusti si trovavano ad una profondità di circa 9 metri, nelle vicinanze di una ludoteca per bambini, fatta preventivamente chiudere. 


In questi minuti sono in corso i rilievi dei vigili del fuoco e le analisi dei tecnici dell’Arpac per scoprire il contenuto dei fusti ritrovati. Secondo fonti investigative conterrebbero fanghi industriali.

Sul luogo degli scavi è giunto anche don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano che da tempo si batte contro i roghi di rifiuti e per le bonifiche nella cosiddetta “terra dei fuochi”. Tante le villette e le case a pochi metri di distanza dal centro degli scavi. I carabinieri hanno provveduto a recintare la zona.

L’operazione, iniziata questa mattina, si protrarrà anche nei prossimi giorni e prevede analisi e accertamenti per rilevare l’eventuale presenza di sostanze nocive. A sovrintendere i carabinieri del Nucleo Operativo di Casal di Principe, su delega dei pm Antimafia di Napoli Giovanni Conzo e Luigi Landolfi, e dal procuratore aggiunto Francesco Greco.