Ritrovate a Sant’Antimo 100mila euro di merendine rubate

Ritrovate a Sant’Antimo 100mila euro di merendine rubate

SANT’ANTIMO – Scoperto in un cementificio in disuso a Sant’Antimo, il bottino della rapina avvenuta il 13 settembre scorso ai danni di un tir in sosta presso l’area di servizio Tevere sull’autostrada A1. Il carico era composto da 33 bancali contenenti 256 confezioni di prodotti Ferrero per un valore commerciale pari a 100.000 euro.


A sorprendere l’autista del tir durante il sonno furono in tre con volto travisato che, dopo averlo bloccato mani e piedi lo costrinsero per tutto il viaggio, durato diverse ore, a stare sdraiato sulla branda con il volto rivolto verso la parte posteriore della cabina. L’uomo, fu poi abbandonato unitamente all’autocarro privo del carico, nei pressi di Pomigliano D’Arco.

I Carabinieri della Stazione di Marcianise, dopo accurate indagini, sono arrivati al cementifico in disuso ubicato in via Plutone, in passato gestito dal Clan Puca di Sant’Antimo, e hanno rinvenuto l’intera refurtiva. 

All’interno dell’area, sono stati sequestrati anche un muletto e alcune targhe automobilistiche, che non risulterebbero però rubate. Il carico del tir rinvenuto è stato restituito all’avente diritto.