Villaricca contro l’inceneritore. Appello al TAR e Consiglio comunale congiunto con Qualiano.

Villaricca contro l’inceneritore. Appello al TAR e Consiglio comunale congiunto con Qualiano.

VILLARICCA – Il sindaco Gaudieri detta la linea contro l’inceneritore: ricorso al Tar e consiglio comunale ad hoc. Le date per le azioni giurisdizionali e amministrative non sono ancora state fissate ma il primo segnale è stato lanciato, dopo un lungo silenzio del Comune.


“La strada percorribile sarà il ricorso TAR. Faremo valere la Legge dello Stato 87 del Luglio del 2007 che impedisce qualsiasi localizzazione di nuovi siti si stoccaggio dei rifiuti sui i nostri territori. Qualunque interpretazione si voglia dare del codice, non può essere violata da una normativa sopravvenuta” sostiene Francesco Gaudieri.

In questo caso Villaricca ha la fortuna di essere governata da un sindaco che ricopre anche la funzione di magistrato al Tribunale Amministrativo della Regionale Campania. Mancano all’appello le posizione degli altri consiglieri comunali che dovranno dare vita al dibattito locale.

Attesa la posizione del consigliere comunale e provinciale Francesco Guarino, da sempre vicino alle posizioni del Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro e all’assessore delle Attività produttive Fulvio Martusciello.

“Abbiamo una riunione di Maggioranza programmata per la convocazione di un consiglio comunale monotematico sulla questione. Con Qualiano mi sto coordinando con Raffaele De Leonardis per organizzare una seduta di consiglio congiunta” sostiene il Presidente del Consiglio Comunale Giosuè Di Marino.

Le decisioni dovranno comunque essere prese al più presto, perché il bando scadrà il 12 ottobre. “La discussione in consiglio comunale sarà complementare all’azione giurisdizionale, poiché è espressione della volontà popolare.  Mi auguro una preventiva intesa tra le amministrazioni in modo da valorizzare l’unitarietà dell’azione. – conclude Gaudieri – Da anni attendiamo dal Ministero dell’Ambiente,  i fondi di compensazione ambientali per le bonifiche e per il controllo del territorio”.