Villaricca Due, roghi tossici e discariche. Disperati i residenti

Villaricca Due, roghi tossici e discariche. Disperati i residenti

VILLARICCA – “Subiamo gli sversamenti illegali, roghi e la puzza notturna di Cava Riconta. Non ce la facciamo più, chiediamo l’aiuto alle istituzioni. Ne vale la salute dei cittadini e dei tanti bambini presenti in questo nuovo insediamento cittadino formato per lo più da famiglie giovani. Aiutateci e non costringeteci ad andarcene da qui”, questa la denuncia lanciata dai cittadini di Villaricca Due.


 
Gli abitanti della zona periferica sono circondati dalle discariche lecite e illecite. Insiste sulla zona Cava Alma risalente al 1994 che è stata messa in sicurezza. Ma a destare maggiormente preoccupazione è Cava Riconta posta a meno di un chilometro, attualmente sotto sequestro dal 2008. Gli abitanti sono assillati anche delle discariche abusive presenti alla fine di Via Bologna, a confine con i Comuni di Giugliano e Qualiano.
 
“Con le giornate di vento siamo costretti a chiuderci in casa per la puzza nauseabonda proveniente dalle discariche . Alla fine di Via Bologna si possono trovare rifiuti di ogni genere: scarti provenienti dalle costruzioni, carcasse di frigoriferi a pneumatici di auto e furgoni. – denuncia il comitato –  Di notte si sentono odori nauseabondi, provenienti dai roghi appiccati dalla gente comune che non capisce che smaltire questi tipi di rifiuti in questo modo, crea solo dei danni all’ambiente ma soprattutto alla salute di noi cittadini di Villaricca 2.
 
I residenti della periferia sono stanchi dell’aria compromessa dai roghi appiccati, estremamente nocivi. A più riprese hanno chiesto ai Comuni l’installazione di dispositivi di videosorveglianza.
 
GUARDA TUTTE LE FOTO NELLA NOSTRA GALLERIA