Amianto ancora in strada da settimane, la protesta del comitato Cambiamo Mugnano

Amianto ancora in strada da settimane, la protesta del comitato Cambiamo Mugnano

MUGNANO – Ad un mese di distanza i cumuli di amianto di Via Sansone sono ancora lì. La nuova denuncia è partita


MUGNANO – Ad un mese di distanza i cumuli di amianto di Via Sansone sono ancora lì. La nuova denuncia è partita dal Comitato Civico Cambiamo Mugnano. La strada presenta le stesse criticità passate. Lo stesso materiale tossico coperto da teli di plastica e tenuto a terra da mattoni, sosta a ridosso delle abitazioni. La prima denuncia raccolta dalla nostra testata risale ad oltre 30  giorni fa, da allora si riscontra anche il laceramento nei rivestimenti.

«Per quanti mesi deve rimanere questo materiale in questa zona? Ma soprattutto la tutela della salute è una priorità? Se questa è importante, episodi simili non devono essere più accettati», ha dichiarato Livio Sanseverino attivista del comitato.

I residenti denunciano gli sversamenti illeciti da Luglio. Questi depositi di amianto sono per loro un elemento di preoccupazione costante. Via Sansone è anche parte del parco agricolo di Mugnano. Infatti interessa anche i terreni agricoli posti nelle vicinanze.

«L’amianto è estremamente dannoso soprattutto quando si polverizza. Il pericolo nasce al momento dell’inalazione. Comporta danni per le vie respiratorie di tipo oncologico» assicura il medico e consigliere comunale Mauro Romualdo.

La situazione potrebbe però sbloccarsi presto, grazie ad una determina con cui l’amministrazione Porcelli ha stanziato nei giorni scorsi 5mila euro per bonifica, trasporto e smaltimento di materiale abbandonato sulle strade del territorio comunale.