Caldoro spiato, ritrovata cimice nel suo ufficio

Caldoro spiato, ritrovata cimice nel suo ufficio

NAPOLI – Ritrovato un congegno adoperato da supporto per l’installazione di una microspia nella stanza dal Governatore della Campania Stefano Caldoro. Il


NAPOLI – Ritrovato un congegno adoperato da supporto per l’installazione di una microspia nella stanza dal Governatore della Campania Stefano Caldoro. Il dispositivo è stato scoperto nella stanza del Presidente della Giunta Regionale della Campania negli ambienti dell’assise regionale.

L’apparecchiatura sarebbe stata scoperta senza il microfono, utilizzato per la registrazione delle conversazioni. Il ritrovamento è stato possibile grazie agli operatori della pulizia dell’isola del centro direzionale, già nella giornata di lunedì. Si è preferito attendere quasi 24 ore per annunciare il ritrovamento. I dirigenti degli uffici hanno allertato la Polizia, che ha deputato gli approfondimenti del caso al corpo della Digos.

Molti gli interrogativi sul responsabile dell’installazione. Immediatamente si potrebbe pensare ad un avversario politico alla ricerca di conversazioni strumentalizzabili per la diatriba pubblica. Non è però da escludere un azione degli inquirenti, alla vigilia dei nuovi sviluppi dell’inchiesta nell’ambito della Rimborsopoli campana. Se l’accaduto fosse imputabile ad un privato cittadino, saremmo davanti ad una grave violazione della privacy.