Carpentieri: «Se sarò eletto lavorerò per tenere unito il partito»

Carpentieri: «Se sarò eletto lavorerò per tenere unito il partito»

MELITO – Venanzio Carpentieri, attuale sindaco di Melito e candidato alla segreteria provinciale del Pd napoletano dove sfiderà il dimissionario Gino Cimmino,


MELITO – Venanzio Carpentieri, attuale sindaco di Melito e candidato alla segreteria provinciale del Pd napoletano dove sfiderà il dimissionario Gino Cimmino, svela quale sarà parte della sua condotta in caso di nomina il prossimo 6 novembre quando l’assemblea democratica si riunirà per eleggere il nuovo segretario.
Incontriamo l’attuale primo cittadino nella mattinata di domenica, in occasione della commemorazione dei caduti che si inserisce nel programma di celebrazioni di S. Stefano, patrono della città di Melito.

«Innanzitutto la mia designazione come candidato alla segreteria provinciale del Partito Democratico mi inorgoglisce. Tiene conto di un determinato percorso politico intrapreso negli ultimi anni. L’ampia convergenza sul mio nome fa indubbiamente piacere» esordisce il sindaco.

Su cosa lavorerà Carpentieri in caso di elezione alla segreteria provinciale di un partito che negli anni si è dimostrato non facile da gestire come il Pd?
«In caso di nomina, lavorerò sul superamento delle divisioni all’interno del Partito Democratico napoletano, costruendo così, finalmente, un fronte unico. Inoltre –aggiunge Carpentieri – mi piacerebbe dare attenzione e valorizzazione agli amministratori locali, i quali, più di altri, hanno la possibilità di confrontarsi quotidianamente con i cittadini e con i loro problemi. In tal senso, bisogna scardinare l’autoreferenzialità verificatasi in questi anni».

Ma se Carpentieri svela quali sono le sue idee in caso di vittoria nella competizione con Cimmino, per la segreteria provinciale democratica, la fascia tricolore non intende sbilanciarsi sulla situazione all’interno del circuito politico melitese che lo vede in carica, dopo la rielezione del giugno 2013, a capo di uno schieramento di centro-sinistra composto da Pd, Udc e dalle liste civiche Cristiano Popolari con Carpentieri Sindaco, Per Melito Con Carpentieri Sindaco, e Melito Adesso.
Nelle prossime settimane potrebbero esserci delle novità sull’assetto all’interno della maggioranza, ma a tutt’oggi una definitiva “quadra”, come si dice in questi casi, non è stata ancora trovata.

Nel frattempo, il Partito Democratico melitese ha espresso «soddisfazione per la candidatura alla segreteria provinciale del Pd del sindaco Carpentieri. Dopo l’elezione a deputato dell’Onorevole Michela Rostan, ora un altro esponente democratico locale è candidato ad un’importante carica istituzionale. Ciò dà ancora di più risalto al Partito Democratico e dimostra come negli anni si sia lavorato bene».