Cremata la salma di Nuvoletta, il camorrista che fece uccidere Giancarlo Siani

Cremata la salma di Nuvoletta, il camorrista che fece uccidere Giancarlo Siani

MARANO – La salma del boss Angelo Nuvoletta è stata cremata ieri nel salernitano, dopo il No alle esequie decretato dal questore


MARANO – La salma del boss Angelo Nuvoletta è stata cremata ieri nel salernitano, dopo il No alle esequie decretato dal questore di Napoli, Luigi Merolla, per motivi di ordine pubblico. Detenuto a Spoleto in regime di carcere duro, il camorrista maranese è morto in ospedale a Parma causa malattia. Fu arrestato nel 2001 dopo 17 anni di latitanza.

Nuvoletta aveva 71 anni, e scontava numerosi ergastoli dovuti ai tanti delitti di cui è stato protagonista materiale e per i quali – come nel caso dell’assassinio del giornalista Giancarlo Siani avvenuto nell’85 – è risultato mandante.